Gessica Notaro pubblica la prima foto dopo l’aggressione del suo ex fidanzato con l’acido

A un anno esatto da quella terribile notte, l’ex finalista a Miss Italia, ha voglia di festeggiare la sua nuova vita e ringrazia gli amici

Redazione Tiscali

"Esattamente un anno fa. Questo era il mio primo risveglio al Centro Grandi Ustionati dell’ospedale Bufalini di Cesena". Inizia così in post pubblicato da Gessica Notaro sul suo profilo Instagram. Lo scorso 10 gennaio, la 28enne riminese venne sfigurata con l'acido dall'ex fidanzato Jorge Edson Tavares, detto Eddy. "Ero spaventatissima, ma nonostante ciò sono riusciti a strapparmi un sorriso. Grazie ai familiari e agli amici veri che mi hanno raggiunta immediatamente da ogni parte del mondo, ma soprattutto grazie a quella che in quei 2 mesi è diventata la mia nuova famiglia e che tutt’oggi mi è di grande supporto", continua Gessica facendo i nomi di tutte le persone che l'hanno aiutata da quel terribile momento in poi.

Non si arrende

"Grazie di cuore a tutti voi per avermi fatto vivere questa dolorosa esperienza in una maniera molto più accettabile - conclude la ragazza - Siete tutti quanti delle persone splendide. Avete migliorato la mia vita ed arricchito la mia anima. Vi voglio bene", conclude il post.

Quella terribile notte

Un anno fa la vita di Gessica Notaro, ex finalista di Miss Italia, è cambiata per sempre. "Non potrò mai dimenticare quella scena. Quando torno a casa di sera vedo Tavares sbucare fuori con la bottiglietta di acido in mano", dice la riminese 27enne in un'intervista al Resto del Carlino. Il suo ex fidanzato, Eddy Tavares, 29enne di Capo Verde, a ottobre è stato condannato a 10 anni per lesioni gravi; in un altro processo a otto anni per stalking.

Ancora interventi sul suo viso

A 365 giorni dall'agguato che l'ha sfregiata, Gessica spiega che ha voglia di "festeggiare con gli amici, faremo un po' di musica insieme. Voglio festeggiare, sì, perché oggi è il compleanno della mia seconda vita". Quello trascorso è stato "un anno molto difficile, perché nessuno immagina il dolore e la sofferenza che ho dovuto patire, specialmente nei primi mesi a casa, dopo il ricovero". Non è ancora finita: la ragazza dovrà sottoporsi ad una nuova operazione all'occhio.

Ancora minacce

Ha ancora paura di Tavares? "Quello che ho vissuto quella sera - racconta - non lo potrò mai scordare. Ha segnato la mia vita. Ma non ho paura solo di Tavares. Ci sono persone che hanno iniziato a seguirmi e a minacciarmi. Alcuni sono squilibrati, altri sono gli ex delle donne che si sono rivolte a me per chiedermi aiuto, perché picchiate e vittime di stalking. Un pazzo mi ha seguito pure a Novafeltria, sono dovuti intervenire i carabinieri. Da allora quando vado a qualche incontro pubblico mi faccio sempre accompagnare da un addetto alla sicurezza".