Le lacrime e la disperazione di Sinead: "Non mi è rimasto niente, solo la malattia mentale"

La O' Connor, stella della musica negli anni Novanta, ha pubblicato un video da un motel in cui parla della sua condizione. "Sono sola, non ho nessuno"

Un'immagine dal video pubblicato da Sinead O' Connor
Un'immagine dal video pubblicato da Sinead O' Connor
di Cristiano Sanna   -   Facebook: Cr.S. su Fb   Twitter: @Crikkosan

"La malattia mentale non fa differenze, non gliene frega un c....di chi sei. E quel che è peggio, è uno stigma". E' uno sfogo rabbioso e disperato quello che Sinead O' Connor ha affidato a un video da lei realizzato "in una stanza di un motel nel buco del c....del New Jersey", dove si trovava mentre crollava in questa sua confessione. La cantante irlandese, straordinaria voce degli anni Novanta, scoperta e valorizzata da Prince con il brano capolavoro Nothing Compares 2 U, da tempo si trova in una spirale di depressione, esaltazione, comportamenti incoerenti. Tra matrimoni saltati in aria in sedici giorni (come avvenuto l'ultima volta), sparizioni, lettere disperate sulla sua situazione, che la stessa Sinead vede sempre più senza via d'uscita. Tornando a parlare di idee suicide. 

"Mi è rimasto solo il mio psichiatra"

Nel video, poi ripreso dalla stampa britannica e variamente replicato e commentato sul Web, Sinead O' Connor scava dentro se stessa e parla della sua difficile condizione, affida la sua confessione al video pubblicato su Facebook: "Sono una dei tanti, l'unica nella persona nella mia vita al momento è il mio psichiatra, che mi chiama la sua eroina, e questa è l'unica ragione per cui sono in vita, so che è patetico". Rabbia, ira e lacrime: "Immediatamente le persone che pensi ti amino cominciano a trattarti come una m...., è come una caccia alle streghe. Ho camminato su questa terra da sola per due anni come una punizione per essere malata di mente, e diventando sempre più rabbiosa perché nessuno si prende cura di me". E' un nuovo crollo, che testimonia l'aggravarsi della situazione della O' Connor, a cui nel 2011 è stata diagnosticata la sindrome bipolare (di cui soffriva già da anni) per cui la persona passa da periodi di esaltazione euforica alla disperazione più nera che può portare al suicidio. 

Gli errori che l'anno distrutta

Sinead O' Connor, bellissima e con una voce unica, era lanciata verso una carriera da primadonna della musica dopo il successo di Nothing Compares 2 U. All'apice della fama, la O' Connor, ospite dell'edizione americana di Top Of The Pops, fece a pezzi una foto di papa Wojtyla, dicendo "combattiamo il vero nemico". Pago carissimo il suo gesto, e le intemperanze successive, compreso, più di recente, l'aver accusato il comico Arsenio Hall di aver venduto a Prince le droghe che hanno ucciso l'artista, morto di overdose. Hall la denunciò, chiedendo un risarcimento danni da 5 milioni di dollari. Denuncia poi ritirata dal comico, in considerazione del fragile stato di salute mentale della O' Connor. Nel mezzo, n ritiro religioso in cui prese i voti, alcune relazioni con donne, quattro con uomini (con due divorzi) e quattro figli. Un calvario infinito. L'ultimo video postato da Sinead ne è la conferma.