Narcisi, ranuncoli, tulipani: i bulbi da piantare in autunno

Tulipani, foto di Hans
Anna Simone
di Anna Simone  - Giornalista

“L’autunno è una seconda primavera, quando ogni foglia è un fiore”, scriveva Albert Camus. E questa stagione è anche il periodo ideale per piantare i bulbi che sbocceranno subito dopo l’inverno, riempiendo di colori, profumi e bellezza i nostri balconi.

Tra i fiori più adatti da coltivare in autunno spiccano: i ranuncoli, di origine asiatica, chiedono un terreno fertile e un clima mite per poi fiorire in primavera/estate; le peonie, piante ornamentali dai fiori grandi e colorati, amano il terriccio ben drenato, la mezz’ombra e acqua in giusta quantità; i narcisi, che derivano il nome dalla parola greca narkào (stordisco) in riferimento all'odore penetrante dei fiori di alcune specie, si piantano tra agosto e ottobre, ma bisogna stare attenti a non far ristagnare l’acqua nel sottovaso; i muscari, si interrano all’inizio della stagione autunnale in zone soleggiate, nel sud Italia il bulbo del lampascione (Muscari comosum), viene cotto per la preparazione di ricette gastronomiche della tradizione; i lilium, volgarmente noti come gigli, vengono coltivati per lo più come piante ornamentali e richiedono pieno sole per fiorire durante l'estate; i giacinti, il cui nome deriva dal personaggio mitologico Giacinto, il ragazzo amato e poi ucciso per errore da Apollo, per la coltivazione richiede terreno misto a sabbia e ricco di humus; la fritillaria, pianta originaria del Sudafrica, ha dei fiori particolari a forma di campanella apprezzati a scopo ornamentale; i tulipani, popolari nella Turchia del XVI secolo durante il regno di Solimano il Magnifico che volle sviluppare numerose varietà e impiantandole ovunque, si adatta a tutti i tipi di terreno, ma l’ideale è un mix di terriccio, torba e sabbia in parti uguali.

Bastano davvero pochi bulbi per creare un’oasi verde sul balcone di casa, dove rilassarsi durante la bella stagione. 

Ultimi articoli di Anna Simone