Problemi di insonnia? I 10 consigli naturali per facilitare il sonno e il buon riposo

Federica Facchini
di Federica Facchini  - Giornalista

L’insonnia è un disturbo che può compromettere la qualità della vita dal momento che va ad intaccare uno dei momenti più importanti della giornata, ossia quello in cui il fisico si riposa e si ricarica. L’insorgere dell’insonnia può avere cause legate all’individuo e manifestarsi ad esempio in periodi di particolare stress e sovraccarico per il corpo, oppure essere legata ad alcune condizioni ambientali come i cambi di stagione, quando le giornate si fanno più lunghe e varia il rapporto luce-buio.

Che l’insonnia sia legata a difficoltà nell’addormentarsi oppure a risvegli notturni, è importante adottare stili di vita corretti che possano attenuarne i fastidi e, nei casi lievi, risolverli.

1) Fare un pasto serale leggero, eliminando i cibi raffinati e preferendo cereali come il riso e l’avena. Importante anche introdurre nella propria alimentazione cibi ricchi di magnesio come le verdure a foglia verde e la frutta secca, ad esempio le mandorle. Evitare infine di mangiare il cioccolato la sera, essendo uno stimolante naturale infatti potrebbe compromettere il buon riposo.

2) Bere tisane calde rilassanti a base di camomilla, melissa o anche al finocchio, nell’aiutare la digestione infatti viene favorito anche il sonno.

3) Evitare di usare cellulari e computer quando si è in procinto di andare a dormire; la luminosità degli schermi può inviare al corpo messaggi che stimolino l’attività e non il riposo.

4) Avvalersi di alcune erbe, ricordandosi sempre di consultare prima il medico in base alla propria situazione personale; indicate sono la valeriana, il biancospino, il tiglio o la verbena.

5) Non bere caffè durante la giornata, in particolar modo di sera, sostituendolo con altre bevande come il caffè di orzo o di cicoria.

6) Praticare attività come lo yoga, ideale per distendere corpo e mente e facilitare così il rilassamento.

7) Andare a dormire sempre alla stessa ora, per fare in modo che il corpo abbia una routine e delle abitudini che stimolino il corretto funzionamento del meccanismo sonno-veglia.

8) Smettere di fumare; la nicotina contenuta nelle sigarette infatti, eccitando il corpo, può rendere il risposo difficoltoso e disturbato.

9) Regolare la temperatura della camera da letto, per non sentire durante la notte eccessivamente caldo oppure freddo. Una temperatura non corretta infatti è nemica di una buona dormita.

10) Praticare dei leggeri massaggi poco prima di andare a letto oppure fare un bagno caldo, aggiungendo all’acqua delle essenze rilassanti come quella di lavanda o di bergamotto. 

 

Ultimi articoli di Federica Facchini