Stress da rientro? 6 consigli per affrontare al meglio la fine delle vacanze estive

Federica Facchini
di Federica Facchini  - Giornalista

Alcuni fortunati proprio in questi giorni stanno partendo per le tanto agognate vacanze, per la maggior parte invece questa è la settimana che decreta inesorabile il ritorno al lavoro e alla routine quotidiana.

Rientrare nelle consuete abitudini e impegni, soprattutto dopo un periodo di libertà da orari e costrizioni, può essere difficile e causare un po’ di stress che può manifestarsi con nervosismo, difficoltà nel dormire bene e nel concentrarsi.

Andando avanti coi giorni la situazione ritornerà alla normalità, ci sono però alcuni accorgimenti che possono aiutare ad affrontare al meglio il cambiamento e adeguarsi di nuovo, con meno fatica, ai ritmi che la vita lavorativa impone. 

1) Mantenere la giusta idratazione, non bevendo solo quando il corpo lo richiede ma regolarmente; le giornate ancora calde infatti possono far scendere rapidamente le riserve di acqua e un organismo idratato è in grado di fronteggiare meglio lo stress da rientro.

2) Fare sport, meglio ancora continuando l’attività che si faceva durante le vacanze: ad esempio il nuoto, le camminate o una partita a tennis possono aiutare a rientrare con più gradualità nei ritmi di tutti i giorni, migliorando l’umore e prevenendo il nervosismo.   

3) Mangiare a orari regolari, prediligendo cibi leggeri, cereali integrali e frutta e verdura di stagione, aiutando così il corpo a non appesantirsi e a riposare meglio durante la notte.

4) Concedersi dei momenti all’aperto prima o dopo il lavoro; stare fuori e prendere un po’ di sole aiuta infatti a fare il pieno di luce naturale e riducendo così i livelli di stress.

5) Digital detox: se nelle località di villeggiatura ci siamo disintossicati da cellulari e computer, è opportuno riprendere il loro uso in modo graduale. Un’idea può essere darsi una pausa dallo smartphone per un’ora al giorno, dedicando invece del tempo a sé stessi: con una passeggiata, un massaggio rilassante o la lettura di un buon libro, tornando così nei ritmi frenetici di tutti i giorni poco alla volta.

6) Fare una lista di desideri e obiettivi. Spesso in vacanza si ha modo di pensare alla propria vita, agli obiettivi che si vorrebbero raggiungere e ai desideri che spesso vengono messi da parte, perché le giornate sono frenetiche e piene di cose da fare; si può considerare il rientro come una sorta di nuovo inizio, ideale per fare il punto, iniziando a pianificare quel qualcosa che ci può rendere felici e appagati, ripartendo così più carichi e motivati.  

Ultimi articoli di Federica Facchini