Reds, l'auto elettrica che fa spazio al lavoro, all'amore e ai pannolini

REDS © Chris Bangle Associates
Stefania Elena Carnemolla
di Stefania Elena Carnemolla  - Giornalista pubblicista

“Era tempo che facessimo un’auto che non solo ha una love-seat ma è anche best in class per il cambio pannolini a bordo”: a parlare è Chris Bangle, design americano dell’Ohio attivo nel settore automobilistico, un passato alla Opel, alla Fiat – suoi sono i disegni della Fiat Coupé e dell’Alfa Romeo 145 – quindi, come capo designer alla BMW, fino a quando non si è trasferito in Italia dove con la moglie Cristina ha fondato, in un’antica borgata sulle colline di Clavesana, nelle Langhe piemontesi, la Chris Bangle Associates, società di consulenza, che opera nel campo del design e del design management, specializzata in “progetti e idee che muovono il mondo, fisicamente o emozionalmente” e quindi non solo aerei, automobili, imbarcazioni ma tutto ciò che possa essere disegnato con “passione, spirito innovativo e amore”.

A Chris Bangle si è, ad esempio, rivolta, dopo aver usufruito dei suoi workshop sul suo futuro nel campo dei veicoli elettrici nelle megalopoli cinesi, la China Hi-Tech Group Corporation, per una city car che fosse più di una semplice city car, che considerasse un dato statistico, cioè, il tempo, pari al 90%, in cui nel traffico delle megalopoli cinesi un’auto sta ferma.

La city car, progettata dalla Chris Bangle Associates per la China Hi-Tech Group Corporation si chiama REDS: è completamente elettrica, può ospitare un grande pannello solare sul tettuccio, spazi interni totalmente ripensati per farne anche un luogo dove lavorare, rilassarsi, fare altro: “È vita che si svolge in un luogo protetto mentre fuori la moltitudine di altri veicoli preme sull’asfalto tra i grattacieli per muoversi di qualche metro in più. È il prototipo alfa che esprime il punto di partenza per un nuovo linguaggio visuale dei veicoli elettrici”, spiegano i suoi progettisti. La sua natura di auto elettrica ha, infatti, avuto un impatto sul design, con l’adozione di un linguaggio visuale lontano dai canoni tradizionali.

Il prototipo, funzionale e marciante, è stato costruito a Torino ed è stato presentato a Los Angeles: “Le persone qui sono opinion leader in tema di mobilità futura, ed è per questo che presentiamo qui soluzioni reali per il mondo reale”, così, Wang Jinan, assistant president di CHTC Group, nonchè chairman di CHTC Motor. Il traguardo è immetterla sul mercato: quindi, non una semplice “concept car” o “esercizio su un futuro indefinito”.

L’auto misura 2,97 metri e può ospitare, sedute comodamente, quattro persone con la possibilità di aggiungerne una quinta, ha grandi finestre laterali, un sistema di porte cartesiane che, durante l’apertura, attivano un tetto, fornendo una protezione extra di 20 centimetri contro la pioggia. Ha uno o due trolley, un sedile conducente girevole, un divanetto sul retro. Un spazio che può trasformarsi anche in ufficio, dove organizzare un meeting o una presentazione, dove guardare un film, o, più, semplicemente rilassarsi.

 

Abbiamo parlato di:

Chris Bangle Associates Website

China Hi-Tech Group Corporation Website

REDS Video

Ultimi articoli di Stefania Elena Carnemolla