Out of Fashion: a scuola di moda etica e sostenibile

Moda donna @Pixabay
Stefania Elena Carnemolla
di Stefania Elena Carnemolla  - Giornalista pubblicista

Moda etica, green, sostenibile: un faro cui il mondo del fashion guarda sempre di più.

Oltre a praticarla, la si può imparare. Out of Fashion, ad esempio, è il primo corso di formazione, con docenti italiani e internazionali, sui temi della moda consapevole e sostenibile che il 12 gennaio lancerà la sua quarta edizione. Ideato da Connecting Cultures, associazione no profit milanese attiva nel campo delle arti visive, in collaborazione con la Fondazione Gianfranco Ferrè, il London College of Fashion, CNA Federmoda e CNA Milano, il corso, che si potrarrà fino a giugno, è rivolto a “giovani professionisti interessati ad avviare una propria attività o a lanciare il proprio marchio, a lavoratori già impegnati nell’industria tessile, a studenti di moda, di arte e design”. Sede del corso, la Fondazione Gianfranco Ferré, a Milano.

Il corso è in otto masterclass, con le ultime due dedicate alla pre-incubazione di impresa. Si può partecipare da una a sei masterclass, “con la possibilità” spiegano gli organizzatori “dopo la partecipazione ad almeno tre moduli, di accedere al programma gratuito di pre-incubazione di impresa”. Tanti i temi trattati: materiali e loro impatto ambientale, innovazioni tecnologiche nel comparto tessile, valori etici che coinvolgono la tracciabilità della filiera, responsabilità di impresa e diritti dei lavoratori, rapporto simbiotico e creativo tra arte e moda, opportunità e criticità della comunicazione della moda sostenibile, promozione del brand attraverso la tecnologia digitale, i social e le relazioni con il consumatore.

Questo, in dettaglio, il calendario delle prime sei masterclass: Green fashion: materiali e impatto ambientale (12-13 gennaio), Ethically made? (9-10 febbraio), Moda tra arte e design (9-10 marzo), Il sistema dei makers (6-7 aprile), Alto artigianato e innovazione (4-5 maggio), Comunicare la moda e il brand (25-26 maggio).

Dall’8 al 9 giuno e dal 15 al 16 giugno si terranno, invece, in collaborazione con la sede provinciale di CNA Milano, due moduli dal titolo Progettare l’impresa della moda consapevole sulla costituzione di una start-up nel campo della moda sostenibile. 

In programma anche workshop su autoproduzione e Fab-Lab, laboratori d’arte, lezioni ed esercitazioni pratiche sulla costruzione di business model per l’impresa della moda sostenibile. Previsti anche stage della durata fra i tre e i sei mesi presso due famose aziende italiane del tessile distintesi nell’ambito della sostenibilità e della responsabilità sociale. Allo stage potranno accedere due tra i partecipanti all’intero corso selezionati da Anna Detheridge, presidente di Connecting Cultures, in collaborazione con le due aziende partner.

A corredo dell’evento, la pubblicazione di Fashion Change, libro edito da Connecting Cultures che “raccoglie le riflessioni della comunità di imprenditori, studiosi, tecnici, intellettuali, fashion designer formatisi intorno al progetto di Out of Fashion”. Un lavoro collettivo pensato come una “roadmap per un cambiamento che la moda, se trattata con il dovuto rispetto, può attuare nel mondo in cui viviamo”.

 

Per maggiori informazioni

Out of Fashion Scheda

Connecting Cultures Website Twitter Facebook

Fondazione Gianfranco Ferré Website Facebook Google Arts & Culture Instagram LinkedIn

London College of Fashion Website Twitter Facebook Instagram

CNA Federmoda Scheda Facebook

CNA Milano Website Twitter Facebook Google+

Ultimi articoli di Stefania Elena Carnemolla