Spilla, il gioiello dalle 7 vite

Spilla, il gioiello dalle 7 vite

Ero una ragazzina e già le vedevo appuntate sui rever dei cappotti e delle giacche, sui foulard, sulle scollature un po’ audaci, sui cardigan dei twin set.

Ne hanno fatta di strada le spille: la loro presenza era immancabile negli outfit delle nostre mamme e nonne. Un segno di sobria eleganza, quel tocco in più nelle mise di tutti i giorni che faceva la differenza.

Per molto anni è stato così, poi, un giorno, ci siamo accorti che le spille erano scomparse, finite in chissà quale angolo dei nostri portagioie o cassetti, missing da tutti i capi del guardaroba femminile.

Perché? Com’è successo? Io ho continuato a pensarle con affetto e nostalgia, come donna, e con curiosità e fantasia, come designer di gioielli. Oggi, finalmente, è l’anno zero delle spille: il loro grande ritorno tra i nostri gioielli e bijoux. Coccolate tra i ricordi l’immagine familiare delle spille e siate pronte ad accoglierle rinnovate nella forma, nella tecnica, non solo nel modo di indossarle ma anche su quando indossarle.

Usate la spilla come una decorazione che rende originale qualsiasi pullover o t-shirt. Questo è lo spirito giusto per utilizzarle al meglio.

Indossate più spille alla volta sui vostri capi, magari raggruppate a tema, tipo animali, stelle, fiori, e appuntatele sui cappotti, dove possono essere messe anche sulle spalle o sulla schiena.

Non possedete una spilla per impreziosire il vostro maglioncino? Niente paura, provate con uno o più orecchini che potrete attaccare utilizzando il loro perno e la farfallina.

Avete presente le immagini degli anni ‘40 o ‘50 con le donne che utilizzavano le spille per arricciare i vestiti?  Ecco, provate a fare lo stesso per dare un inaspettato “movimento” alla vostra scollatura.

Se utilizzate una cintura a fusciacca, appuntateci una spilla per sottolineare con originalità il vostro punto vita.

Ultimi articoli di Giulia Barela