Come, quando e a chi dare 5 tipi di baci

Consigli per mixare a dovere sentimenti e buone maniere quando si bacia

Come, quando e a chi dare 5 tipi di baci

Ormai l'estate è davvero alle porte e con il suo arrivo cresce anche il numero di amicizie, di flirt e di veri amori nati con la complicità delle giornate in relax sotto l'ombrellone o delle serate galeotte in riva al mare al chiaro di luna. Proprio per questo oggi ho pensato di stilare per voi una sorta di bon ton del bacio raccontandovi quali sono le 5 principali tipologie di bacio e quali sono le accortezze da tenere a mente per baciare con stile ed eleganza sempre ed in ogni occasione.

Il bacio sulla guancia

La forma più semplice e consueta di bacio è quello sulla guancia. Tra amici, più o meno intimi, solitamente ci si scambiano due baci aerei (in cui le labbra non toccano davvero l'altro ma sono le guance a sfiorarsi tra loro). In questo caso per evitare imbarazzanti incidenti è bene partire dalla guancia destra e poi passare alla sinistra e non rifiutare mai i baci altrui, anche se non proprio graditi, se l'altro è già proteso verso di noi. E' inoltre bene evitare di produrre sonori schiocchi con le labbra o di elargire baci smaccatamente finti e teatrali che risultano decisamente snob e poco cortesi. Da ricordare, infine, che in alcuni contesti locali i baci da scambiarsi sono tre e non due.

Il baciamano

Una forma di saluto sempre più in disuso e fuori dal comune è il baciamano che esprime grande deferenza verso chi lo riceve. Questo, regolato da un codice ben preciso, non va mai fatto in luogo aperto e alle ragazze. E' importante ricordare che un baciamano a regola d'arte si fa senza mai poggiare le labbra sulla mano della dama ma solo simulando il gesto. Inoltre, se si sceglie di farlo ad una donna si elargirà anche a tutte le altre signore presenti al momento, per non mancare loro di rispetto o non evidenziare particolari preferenze nei riguardi di una di loro; se proprio si vorrà in quel caso saranno gli occhi a parlare in silenzio manifestando uno speciale interesse.

Il bacio d'affetto

Questo tipo di bacio si può manifestare in due forme: o come singolo bacio sulla guancia, indice di profondo affetto, ad esempio genitoriale, o come bacio in fronte, segno, prevalentemente, di protezione presente e futura. Il singolo in guancia è quel bacio che un genitore da al figlio o viceversa, quello di conforto correlato ad un caloroso abbraccio e, più di rado, è utilizzato anche come forma di saluto ma sottintende sempre uno stretto legame fra le parti e a differenza del classico doppio bacio prevede che le labbra entrino in contatto con la guancia altrui. Il bacio in fronte, invece, rappresenta qualcosa in più è una sorta di buon augurio per una strada che si percorre, una profana benedizione data da un genitore, o da un mentore, a ad un giovane che gli è particolarmente a cuore.  

Il bacio d'amore

E' quello puro e pieno di sentimentalismi che si scambiano due sposi dopo il fatidico sì o due fidanzati che passeggiano mano nella mano. Se non si trasforma in un bacio passionale può essere scambiato anche in pubblico ma con le dovute accortezze. Questo, infatti, non si potrà scambiare in contesti formali o lavorativi e mai in luoghi di culto, a meno, appunto, che non si tratti di una coppia di novelli sposi.

Il bacio passionale

Intenso, focoso e ricco di trasporto emotivo, va relegato solo ed esclusivamente al contesto intimo e privato, al pari di tutti i gesti legati alla sfera passionale. Buongusto e decoro, dunque, ci indicano che  vedere due innamorati intenti a scambiarsi effusioni amorose e baci bollenti non sono mai un bel vedere, quindi, onde evitare inutili imbarazzi, propri o altrui, in contesti pubblici, di ogni genere e natura, una coppia non andrà mai oltre un casto bacio d'amore.

Le Regole di V

Ultimi articoli di Maria Valentina Platania