Il galateo della donna moderna: 10 consigli di stile in rosa per tutte le età

Pillole di bon ton per le donne del terzo millennio

La festa della donna è una data simbolo non perché ci permette di trascorrere una serata lasciando a casa buongusto e buon senso ma perché ci ricorda quanto è grande la forza e la determinazione delle donne grazie all'emancipazione che abbiamo raggiunto dopo anni di lotte e sacrifici seppur ancora ci sia strada da fare. Proprio per questo oggi dedico le mie pillole di galateo all'essere donna nella sua accezione più vera raccontandovi come il bon ton possa essere materia viva e attuale anche per la donna del XXI secolo.

Affermare la propria emancipazione non significa rinunciare alla propria femminilità arrogandosi il diritto di comportarsi "da uomini", espressione che rende bene l'idea di ciò che intendo seppur questa etichetta non mi piaccia affatto. La vera emancipazione, a mio parere, è avere piena coscienza della propria femminilità e non viverla come un handicap o come qualcosa da combattere ad ogni costo ma, al contrario, liberarsi da pregiudizi che ci ritraggono come sesso debole senza rinnegare sé stesse.

Vedo molte donne avere una vera avversione verso il rosa, verso i sogni da principessa, verso il coltivare aspettative forse un po' troppo romantiche per i giorni d'oggi. Le principesse, quelle delle fiabe tanto amate da bambine, non si limitano mai a farsi salvare da un principe, basta solo guardare le loro storie con occhi da adulti. Ognuna di loro lotta per qualcosa e lo fa con determinazione e caparbia ma senza mai perdere di vista quelle virtù, come l'eleganza, la gentilezza, la bontà d'animo che dovrebbero contraddistinguere ogni donna.

E allora, a mio parere, questa è la chiave per essere una donna a 360°: riuscire a far convivere l'animo determinato e volitivo con quello dolce e gentile senza che l'uno prevalga sull'altro e senza che nessuno si permetta di giudicarci per questo. Poi, nel mezzo, ci sono tutte le sfumature che la vita ci regala e che ci rendono diverse le une dalle altre: sta a noi, dunque, decidere come far convivere l'una e l'altra e come tenere vive entrambe secondo il nostro modo d'essere e la nostra personalità.

Una volta compreso ciò ci si troverà un passo avanti nell'interiorizzazione di quel galateo della donna moderna che si riassume semplicemente in pochi precetti:

Mai essere volgari

Il turpiloquio e le volgarità in genere non si adattano a nessuno, né agli uomini né alle donne. Chi crede che il ricorso a tutto ciò possa conferigli un'immagine da duro ( o da dura) sbaglia in pieno, al massimo si può risultare rozzi e maleducati.

Essere sempre ben vestite

L'abito fa il monaco, sempre! Una persona vestita in modo coerente al contesto in cui si trova trasmette serietà ed affidabilità. Ciò non significa puntare tutto sull'esteriorità ma rendersi conto che la prima impressione che diamo è il nostro biglietto da visita e come tale influenza i rapporti che creiamo con gli altri.

Essere sempre dolce e gentile

La cortesia ripaga più di ogni cosa e non si creda che essere gentili significhi essere soggetti a soverchierie perché creduti ingenui. Con la dolcezza è possibile raggiungere vette ben più alte che con machiavelliche strategie perché una goccia di miele richiama a sé più mosche di un'intera botte di aceto. 

Mai mischiare lavoro e sentimenti

Romanticismo e professionalità non vanno mai d'accordo, ma se è per questo nemmeno passione e professionalità. Fuori dal luogo di lavoro il mondo e pieno di partner da conquistare, lì pensiamo solo alla nostra carriera e ad intrattenere rapporti cordiali, ma mai troppo intimi, con tutti. 

Mai perdere il controllo di sé

Una donna che perde il controllo di sé è, a mio parere, una donna che non si rispetta. Ubriacarsi, lasciarsi andare a patetiche scenate non sono cose che fanno per una donna degna di questo nome. Ciò non significa non potersi concede il piacere di un bicchierino o non poter vivere le proprie emozioni, significa farlo con misura e con criterio ricordandosi che mai nulla deve intaccare la nostra integrità.

Mai essere equivoche

Essere ambigue porta non pochi problemi. Incomprensioni, malumori, inutili gelosie. Nella vita essere chiari e coerenti paga sempre. Non è necessario svelarsi completamente agli altri ma è fondamentale mantenere sempre un atteggiamento trasparente anche quando si vuole lasciare intorno a sé un alone di mistero.

Avere rispetto del partner e degli ex

Il rispetto degli altri è uno dei principi base della buone maniere, soprattutto quando si parla di persone con cui si hanno, o si hanno avuto, dei legami sentimentali. Far volutamente ingelosire a tutti i costi l'altro, deriderlo o peggio ancora tradirne la fiducia sono tutti atteggiamenti deprecabili che di certo non si confanno ad una vera donna, come d'altro canto nemmeno ad un vero uomo.

Evitare le chiacchiere da bar

I pettegolezzi, se fatti con malignità o se a sfondo sessuale, non sono certo una cosa da "signora". Non parlo delle chiacchiere tra amiche quelle in cui bonariamente si mischia qualche indiscrezione e qualche confidenza ma quelle fatte con il puro scopo di screditare qualcuno o di farsi belli agli occhi degli altri. Ricordatevi che chi spettegola con voi con altri spettegola di voi.

Mai svendere la propria sensualità

Uno dei nodi cardine dell'emancipazione femminile riguarda la sessualità. Ogni donna è libera di viverla come meglio crede nel rispetto degli altri e della decenza senza per questo dover sedurre ogni persona che incontra senza tener conto né della propria condizione sentimentale, né di quella altrui, né tanto meno del contesto in cui si trova. Attenzione donne, dall'affascinare qualcuno al passare per una poco di buono basta davvero poco e a pagarne le conseguenze siamo sempre noi!

Prendersi cura di sé

Il nostro corpo è il nostro tempio ed una donna di carattere sa che prima di ogni cosa deve amare se stessa se vuole apparire al meglio agli occhi degli altri. Non si parla di vanità ma di consapevolezza del proprio essere che va curato e coccolato in tutto e per tutto: uno dei grandi traguardi che dovremmo raggiungere prima o poi noi donne sarà quello di non fare più a botte con il nostro aspetto estetico mettendoci in pace l'anima e capendo finalmente che una donna può essere insieme bella dentro e fuori perché una cosa non esclude l'altra e, anzi, le due si esaltano a vicenda.

 

Le Regole di V

Ultimi articoli di Maria Valentina Platania