Perché molte persone tendono ad emulare i personaggi famosi?

Elisabetta Rotriquenz
di Elisabetta Rotriquenz  - Psicoterapeuta

Le persone che in generale cercano di imitare e somigliare il più possibile a qualcun altro sono generalmente insoddisfatte, insicure e con poca autostima. Questa affermazione va comunque calibrata rispetto a cosa si intende per “copiare”. Infatti una donna può imitare la pettinatura, il trucco o il tipo di abbigliamento di un'attrice famosa pur rimanendo se stessa. Quando però l'imitazione diventa una fissazione allora è un problema. Quando si tratta di voler essere come la propria beniamina o il proprio modello in tutto e per tutto significa che si ha poca personalità e si cerca di “appropriarsi” di quella di un'altra persona popolare. Il modello da emulare è visto come illusoria strada verso il successo che invece prima o poi si rivelerà una delusione perchè è la brutta copia della vita di qualcun altro. D'altra parte la vita dei VIP solo all'apparenza è fatta di rose, fiori, pailettes e luci della ribalta, ma anche le persone famose possono vivere fasi difficili della propria vita anche personale. La curiosità, e quindi non solo la voglia di emulare, spinge tante persone ad acquistare riviste di gossip o a seguire i propri beniamini sui social. In questo modo, se non si riesce ad imitarli, si vivono di sfuggita momenti della loro vita fatta di feste, locali famosi, moda, ecc.

Riguardo alla motivazione relativa alla scelta del personaggio da imitare, non indica necessariamente un senso logico, ma piuttosto bisogna indagare il significato simbolico che esso rappresenta e che la persona vorrebbe far suo. Ad esempio Marilyn Monroe è stata sempre molto emulata. Marilyn è ancora oggi un'icona di fascino e bellezza intramontabile e la donna che cerca di assomigliarle ha bisogno di sentirsi rassicurata sulle sue capacità di affascinare e conquistare gli uomini. È stato fatto anche un film su una parte della vita di quest'attrice, ma nessuna donna è mai riuscita ad eguagliare il suo carisma. Evidentemente una semplice pettinatura non è sufficiente, ma ciò che è importante è cio che crede la persona. Quindi se un cambiamento di acconciatura e colore può rassicurare una donna circa il suo fascino, ben venga!

I personaggi famosi che vengono imitati cambiano a seconda dell'età del target di persone che li seguono. I maschi adolescenti tendenzialmente emulano i calciatori. In realtà molti giovani cercano di somigliare ai loro beniamini non solo nell'aspetto fisico, ma anche negli ideali che questi trasmettono. Ad esempio: guadagno facile, donne, divertimento, ecc. Le femmine adolescenti, cercano di imitare: veline, cantanti, ballerine famose (vedi tutti i talent show in cui giovanissimi cercano di trovare il successo: Amici, Xfactor, ecc.). Gli adulti tendenzialmente imitano alcuni aspetti dei VIP, come stile di abbigliamento, pettinatura, oggetti che fanno tendenza, scelta dei luoghi “giusti” dove andare in vacanza, arredamento della casa, ecc.

Purtroppo capita anche l'imitazione in senso negativo, per cui ci sono personaggi che inducono a copiare gesti, vizi e altro che invece sono solo da evitare. Anche questa è emulazione. Ad esempio un ragazzino ribelle che vuole stupire in senso negativo può decidere di copiare un modello di vita riprovevole ma che ai suoi occhi ha successo, è “rispettato” dagli altri, è ricco, ecc. anche se attraverso mezzi sbagliati o corrotti. Questo rafforzerà la sua personalità debole, ma purtroppo sarà indotto a fare scelte sempre più sbagliate se non riportato sulla giusta strada.

Fino a che punto ci si può spingere per somigliare al personaggio famoso tanto amato? Alcune persone ricorrono addirittura alla chirurgia estetica per coronare il loro sogno. Ad esempio, Valeria Lukyanova è una ragazza di 21 anni che si è sottoposta ad innumerevoli interventi chirurgici e ha speso quasi un milione di euro pur di diventare come la Barbie. È importante sottolineare che i meccanismi psicologici che sottostanno alla decisione di sottoporsi ad interventi di chirurgia estetica sono molto importanti perché sono guidati dalla percezione della propria immagine corporea. Se non si ha una personalità abbastanza forte che permette di accettarsi fisicamente, la disarmonia tra l’immagine di sé e quella ideale può creare seri problemi psicologici con conseguenze anche nell’ambito relazionale. Se ci sono problemi di personalità, di insicurezza o di autostima è bene risolverli in altro modo, perché in questi casi la persona non si accontenterà di un solo intervento, ma ne farà seguire molti altri nell’intento di uguagliare un ideale corporeo impossibile.

Questo discorso non vale solo per il desiderio di somigliare ai VIP a livello fisico, ma anche come a livello psicologico si confronta la propria vita con quella di un personaggio famoso. Se la propria autostima viene scalfita dal continuo confronto perdente rispetto ad una vita fatta di lussi di un personaggio famoso, ciò significa che non si ha una personalità sufficientemente strutturata per vivere con serenità la propria quotidianità fatta di tante piccole e grandi soddisfazioni. Il desiderio di raggiungere obiettivi impossibili crea solo uno stato di frustrazione e rabbia che fa vivere male ciò che invece la vita ha di bello da offrire a ciascuno di noi. 

Ultimi articoli di Elisabetta Rotriquenz