Metformina il farmaco di prima scelta nella cura del diabete

Luciano Carboni
di Luciano Carboni  - Diabetologo

L'EMA, l’Agenzia Europea del Farmaco, ha annunciato che i farmaci che contengono Metformina possono essere usati anche in pazienti con funzione renale moderatamente compromessa, definita come una Filtrazione Glomerulare fra 59 e 30 ml/min, nel diabete di tipo 2.

Le proprietà benefiche della Metformina nel diabete di tipo 2 con sovrappeso, emerse già oltre 50 anni fa, riconducibili in prima battuta all’inibizione selettiva dell’ossidazione degli acidi grassi liberi (S.Muntoni, 1974) salivano alla ribalta mondiale con l’UKPDS. Qui veniva documentata la riduzione significativa degli eventi cardiovascolari e della mortalità conseguente e anche della mortalità per tutte le cause, successivamente ampiamente riconfermata fino all’aprirsi di ipotesi di farmaco ‘allunga vita’   

La Metformina è dunque farmaco capace di "cose strabilianti", ma è farmaco. Le attenzioni al suo corretto uso non possono mancare, ma ora le indicazioni vengono ampliate alle condizioni di funzione renale moderatamente compromessa : la Metformina può essere utilizzata in condizioni di Filtrato Glomerulare compreso fra 59 e 30 ml/min

Le informazioni sui "foglietti informativ" verranno aggiornate su dosi, monitoraggio e precauzioni.

Il suggerimento è che nelle condizioni di precarietà del Filtrato Glomerulare si prendano in considerazione quei momenti in cui il Filtrato stesso può subire dei decrementi acuti, come per esempio le condizioni di disidratazione da qualunque causa dipendenti.

Ultimi articoli di Luciano Carboni