Uomini e donne funzionano in modo diverso: l'empatia aiuta

Orietta Matteucci
di Orietta Matteucci  - Bambino oggi uomo domani

Le relazioni spesso si complicano fino alla rottura perché quel che manca all’uomo e alla donna è la capacità di essere empatici.

Uomini e donne funzionano in modo diverso: come andare d’accordo?

Cosa guardano gli uomini in una donna? Da ricerche e test effettuati da vari studiosi è emerso che il corpo di una donna è il primo elemento che scatena l’interesse di un uomo per di più se la donna ha qualche tratto che gli assomiglia. Gli uomini sono portati al colpo di fulmine e possono innamorarsi nel giro di pochissimi minuti durante i quali mettono in atto il corteggiamento.

Tuttavia il colpo di fulmine svanirà presto se non interverranno altri fattori quali il sorriso e il senso dell’umorismo, l’intensità dello sguardo, l’intelligenza, la sicurezza in sé, la capacità di ascoltare, di comunicare in modo sintetico e di essere una brava amante.

Gli uomini vogliono sentirsi orgogliosi della donna che hanno accanto, vogliono sentirsi sempre dei campioni perché hanno conquistato la più desiderata, ambiscono a sentirsi “il più fortunato tra tutti”. Il massimo della seduzione per un uomo è la donna forte che non si lascia abbattere, che ha grandi valori, che è capace di essere autonoma anche senza di lui e soprattutto che sappia farlo sentire sicuro nei momenti di incertezza.

Invece, per le donne  e i tempi per l’innamoramento sono più lunghi, sono geneticamente e biologicamente attratte da un uomo fisicamente forte e sano, capace di procurarsi risorse materiali e quelle necessarie per sostenere la compagna e la prole.

Quasi lo stesso mix attrattivo come per gli uomini. Entrambi sono attratti dal fisico e dalla capacità di sostenersi reciprocamente anche se con modalità diverse. Appare chiaro che l’attrazione duratura è un mix di fascino, intelligenza e sicurezza.

Ma allora perché spesso le relazioni si complicano fino alla rottura? Perché nel mix di attrazione manca per entrambi un elemento importante: la capacità di essere empatici.

L’empatia è l’elemento collante della relazione e può essere sviluppata attraverso la pratica e l’allenamento

Le cause della rottura hanno radici anche nella gestione, a volte inadeguata, della conquistata libertà sessuale e nell’emancipazione della donna diventata nel tempo autonoma e capace di badare a se stessa, nonché in alcuni falsi miti maschili e femminili ancora duri da sfatare.

Un mito femminile sostiene fortemente che essere sexy, ammiccanti, seducenti è il modo per attirare gli uomini. Questo è anche vero, tuttavia spesso spinge alcune donne a concentrare l’attenzione esclusivamente sul proprio aspetto esteriore e a trasformarsi nella donna "oggetto" da guardare, valutare, spogliare con gli occhi, fare sesso.

Un mito maschile duro da sfatare è quello che ancora oggi vuole l’uomo centrato più sulla professione e sul ruolo sociale piuttosto che sullo sviluppo di competenze emotive ed empatiche…considerate una roba da femmine!

Per molti uomini le emozioni sono ancora un terreno minato e proprio per questo cercano in tutti i modi di nasconderle con il risultato che spesso si sentono giudicati, misurati, inadeguati. Ne consegue che possono insorgere ansia da prestazione e insicurezze varie e problemi psicologici e fisici.

Un mito che costringe inconsapevolmente i maschi a rimanere soli nelle situazioni di emergenza emotiva, a negarsi di provare le emozioni, a rinchiudersi in se stessi, a sfogare la rabbia nella violenza a volte anche estrema. Ormai è purtroppo frequente sentire parlare di conflitti di coppia che sfociano nell’uccisione della donna.

Uomini e donne funzionano in modo diverso, questa non è una novità: come andare d’accordo?

Può piacere o non piacere, i ruoli uomo-donna sono complementari non solo dentro un letto, ma anche nella vita.

Dunque una relazione funziona se in entrambi c’è la volontà di evitare la competizione, di lasciare emergere emozioni, bisogni, progetti dell’altro senza giudicare, interpretare, valutare, e soprattutto, se c’è la volontà di trovare il coraggio di scendere nella vera intimità che non è quella di fare sesso, ma quella di comprendersi empaticamente, di accogliere e accettare le rispettive divergenze quali opportunità per ampliare le scelte nella propria vita e nella vita di coppia.

 Tutto ciò potrà apparire complicato e forse lo sarà, tuttavia di certo è possibile!

 

 Orietta Matteucci presidente Bambino Oggi...Uomo Domani



Ultimi articoli di Orietta Matteucci