Come risolvere le incertezze e procedere nei progetti

Roberta Giommi
di Roberta Giommi  - Sessuologa

Ci sono momenti della nostra vita in cui ci sentiamo come pesci fuor d’acqua. Tutto diventa faticoso e la nostra testa può essere occupata da pensieri ripetitivi che diminuiscono la nostra possibilità di risolvere i problemi.  E’ importante non accettare di sentirsi per molto tempo come pesci fuor d’acqua perché questo abbassa l’autostima e ci rende incapaci di pensare serenamente a nuove soluzioni. In ogni momento della nostra vita possiamo darci degli obiettivi a breve o lungo termine sentendo che la riflessione deve essere fatta regolarmente.
Possiamo usare dei suggerimenti per forzare la nostra immobilità, per dare respiro alla nostra testa ,allontanando i pensieri ripetitivi e pensando in modo diverso. Siamo innamorati, ma non otteniamo risposte dal partner che abbiamo scelto, nostro figlio continua ad avere problemi scolastici nonostante il nostro impegno, dovremmo mangiare meno e invece continuiamo a prendere troppo cibo, dovremmo riprendere gli studi, ma non riusciamo a trovare il tempo, con il partner il sesso non funziona, ma non riusciamo a fare proposte utili?

Per produrre il cambiamento possiamo scegliere tra quattro possibilità:

Possiamo disimpegnarci: per esempio il compito è stato percorso senza risultati autorizziamoci a pensare ad altro lasciando nascere attraverso questo disimpegno, altre ipotesi nella nostra testa
Possiamo cambiare l’organizzazione e l’ambiente: chiamo in causa altre risorse modifichiamo per esempio  l’organizzazione della giornata, meno lavoro, più lavoro, costruiamo alleanze con altri genitori per controllare i figli, regaliamoci un WE al mese in cui usciamo solo con il nostro partner, organizzando con altre coppie in modo alternato, per tutelare i figli, proviamo a vedere o leggere qualcosa che ci permetta di proporre il sesso invece di farlo passivamente
Possiamo cambiare noi stessi: iniziamo un percorso di terapia, riprendiamo gli studi che avevamo lasciato, cambiamo amicizie, impariamo a cucinare, diventiamo meno ordinati o più ordinati, scegliamo un modo di vestire diverso dal solito
Possiamo resistere ai dispiaceri: possiamo spendere le nostre risorse ad accettare in modo diverso errori e sconfitte, sapendo che l’autostima è caratterizzata anche dalla nostra capacità di accettare gli errori e di cambiare idea. Scriviamo in un quaderno dedicato a questo impegno le decisioni che abbiamo preso e  portiamole avanti con tenacia perché ci permetteranno di raggiungere il nostro scopo finale di quel momento di vita.

Per incoraggiarci a guardare più lontano, possiamo usare vari metodi per cambiare la prospettiva da una a più risposte: se scrivessimo su un foglio grande idee anche folli per cambiare il punto di vista e trovare idee diverse dal solito per risolvere il problema potremmo poi fare uno sforzo di ipotizzarne l’applicazione e vedere se possiamo dare nuove risposte possibili da ciò che è familiare a quello che non lo è: se avevamo pensato che solo le cose che già conosciamo o le persone che frequentiamo regolarmente, potremmo usare un forum delle idee e vedere se altre persone risolvono i nostri problemi in modi diversi. Non adoprare la stessa amica del cuore che ci dà  suggerimenti che conosciamo ma scegliamo per chiedere un parere la persona che ci somiglia di meno.
Dal passato al futuro: ci sono persone che rimpiangono il passato pensando più o meno segretamente che tutto quello che è accaduto prima era migliore di quello che sta accadendo nel presente. Sono nostalgici e malinconici che non sanno pensare che l’unico tempo che possiamo vivere il presente e quello che possiamo costruire è il futuro. Pensare in termini di futuro ci permette di progettare e di sognare elementi importanti per pensarci come costruttori .

Da ciò che non vogliamo a ciò che vogliamo: nella sessualità questo aspetto è stato molto importante per cambiare la rassegnazione dal sesso non piacevole verso una buona sessualità. Nella consultazione sessuologica infatti le persone producono un cambiamento significativo quando cominciano a raccontare i desideri e i bisogni e la consulenza aiuta a definirli e a trovare le possibilità di realizzare con il/la partner le modalità desiderare sempre con il rispetto delle difficoltà. Questo vale anche per il fare e per il vivere sapere esprimere i desideri per costruire migliori esperienze.

Potrebbe essere bello fare una esperienza rispondere ai diversi suggerimenti ed esaminare le difficoltà riflettendo sul cambiamento e trovando nuovi pensieri e risorse.  

 

Ultimi articoli di Roberta Giommi