I 50 anni di Rania di Giordania: un compleanno segnato dalla pandemia

Elegante e raffinata, la palestinese sposata con il re Abdullah II ha scelto di non “ricorrere a fanfare”. Ecco perché è fra le donne più influenti al mondo

TiscaliNews

Arrivare alla cifra tonda del mezzo secolo in un anno segnato dalla pandemia è una vera sfortuna ma Rania di Giordania, alla quale le fortune non mancano, non ne fa una malattia e si lascia festeggiare senza "fare rumore o ricorrere a fanfare". Visti i tempi flagellati dal Coronavirus, si è limitata a rilanciare una fotografia che la mostra mentre indossa un abito confezionato per lei da uno stilista saudita. I 50 anni della regina Rania arrivano infatti dopo sette mesi di una lotta serrata contro il Covid 19 anche per la Giordania. Per questo la sovrana resta concentrata sulla questione dell'educazione dei giovani, che le è sempre stata molto a cuore, con diversi progetti lanciati e seguiti da visite frequenti alle scuole del Paese.

Attivissima sui social

Laureata all'Università americana del Cairo in business e scienze informatiche, ex dipendente (prima del matrimonio) di Citibank ed Apple, Rania ricorre in maniera sistematica al web per portare avanti iniziative umanitarie, sia nel campo dell'istruzione sia in quello dell'emancipazione femminile. Oltre ad un proprio sito Rania - che è nata in Kuwait da una famiglia palestinese - è attiva su Flickr, YouTube, Facebook, Twitter ed Instagram, con milioni di followers.

Quotidianità familiare

Eppure nelle interviste tiene a presentarsi anche come una "mamma a tempo pieno", fiera dei suoi quattro figli: Hussein (26), il primogenito, seguito dalle sorelle Iman (23) e Salma (19), e poi dal fratello Hashem (15). Sul web non esita poi a rilanciare scene della sua quotidianità familiare. "E' stato un anno molto difficile, ma sono grata al mio Paese per aver fatto tutto il possibile nel limitare la diffusione del Covid-19", ha detto alla rivista Hello!. "Nei compleanni passati - ha aggiunto - mi auguravo di aver maggior tempo da trascorrere con mio marito ed i ragazzi. Quest'anno l'ho avuto, specialmente nei mesi in cui la Giordania era in lockdown".

Fra le donne più influenti al mondo

Dotata di fluente parlantina in arabo e in inglese, Rania - secondo il Jordan Times - è ben nota a livello mondiale per l'impegno sociale e umanitario. Un parere condiviso anche dalla rivista Hello!: "La sua forza ed il suo impegno nell'affrontare le ingiustizie sociali hanno fatto di lei - afferma - una delle donne più rispettate ed influenti al mondo".