Angela Grignano, la ballerina ferita a Parigi, torna alla vita: "Ho avuto la fortuna di nascere due volte"

“I limiti esistono solo nell’anima di chi è a corto di sogni”. Scrive così Angela Grignano mentre condivide un video che commuove perché la si vede ballare di nuovo, nonostante il tutore che le blocca la gamba sinistra, nonostante i 7 interventi, nonostante tutto

“I limiti esistono solo nell’anima di chi è a corto di sogni”. Scrive così Angela Grignano mentre condivide sulla sua pagina Facebook un video che emoziona e commuove perché la si vede finalmente ballare di nuovo, nonostante il grande tutore che le blocca la gamba sinistra maciullata dall'esplosione, nonostante i sette interventi subiti in pochi mesi, nonostante l’ottavo intervento sia tra pochi giorni, nonostante la sofferenza, nonostante tutto. Eccola, mentre si lascia guidare in qualche passo di “bachata” da un suo caro amico, Gianni. Incerta ma piena di volontà, timorosa ma decisa a non mollare. Proprio come aveva annunciato dopo che lo scorso 12 gennaio la sua giovanissima vita piena di speranze era stata travolta dall’esplosione a Parigi, in rue Trevise, nella quale morirono cinque persone e una trentina furono ferite. Tra queste persone spuntarono subito i suoi occhi azzurri e la sua determinazione di voler essere una ballerina. La storia di Angela Grignano, la ragazza siciliana nata a Trapani 25 anni fa che a Parigi lavorava in un albergo e continuava a inseguire i suoi sogni di danza, commosse tutti perché la sua gamba sinistra sembrava destinata a non sorreggerla più.

Un obiettivo ti salva

E invece, proprio come scrive Angela, “Un obiettivo ti salva”. E il suo fin da subito è stato molto chiaro e cioè quello di ritornare su una pista da ballo: "Un inizio lento per poi ingranare la marcia. Non esistono reali limiti. I limiti sono solo capricci mentali. Ecco il mio primo "vero" ballo con la percezione di entrambe le gambe sul pavimento. Il mio primo grande respiro”. E poi la dedica all’amico e istruttore di ballo Gianni Floria che ha saputo darle sicurezza e coraggio: “Con te che sei stato sempre la mia bachata preferita nelle serate, grazie Gianni. In quell'abbraccio a fine ballo c'è tutto l'affetto e la stima reciproca. Solo la tua esperienza poteva saggiamente condurre i miei passi".

Ho avuto la fortuna di nascere due volte

Angela che ha aperto una pagina su social nella quale condivide la sua lotta quotidiana e le sue piccole, immense soddisfazioni, spiega così chi è e perché ha due date di nascita: “Il mio nome è Angela Grignano, ho 25 anni e ho avuto la fortuna di nascere due volte. Il 12 Gennaio 2019 è la data della mia seconda nascita. Ed è stato proprio durante questa giornata che la maggior parte di voi mi ha conosciuta, tramite un televisore, e nonostante io sia entrata nelle vostre case "senza permesso" voi non mi avete più lasciata andare, dandomi affetto e solidarietà”. Ed è davvero impossibile non commuoversi leggendo uno striscione dedicato a questa straordinaria giovane donna. Uno striscione che riporta una sua frase e una grande verità: “La vita è cadere 9 volte e rialzarsi 10”.