Milleunadonna

Carolina di Monaco, la “perla del principato” compie 65 anni. Dagli amori scapestrati ai lutti più dolorosi

Primogenita di Grace e Ranieri, una giovane bellezza che ha fatto innamorare principi, banchieri e star internazionali, oggi è una nonna pacata e incanutita

TiscaliNews

Amata dai monegaschi, erede naturale della grazia e dell'eleganza della madre Grace Kelly, è anche il simbolo dei fasti e dei drammi dei Grimaldi. Carolina di Monaco ha compiuto 65 anni domenica 23 gennaio e anche se a regnare è il fratello Alberto, lei ha avuto ed ha ancora un ruolo del tutto speciale nel principato; era il ricordo vivente della madre al fianco di Ranieri dopo la tragica morte di Grace nel 1982. È sempre la regina dell'appuntamento più prestigioso del Principato, il Ballo della Rosa, da due anni fermato dalla pandemia, ed è lei la presidente delle fondazioni benefiche della madre.

Gli amori e i lutti

La sua presenza a fianco del vecchio sovrano, forte e discreta, ha controbilanciato l'esuberanza e lo stile della sorella ribelle, Stephanie. Sposata a 21 anni, risposata a 27, vedova a 33, di nuovo convolata a nozze a 40. Giovanissima sposò il playboy Philippe Junot. Si separarono e Carolina sposò l'uomo della sua vita, Stefano Casiraghi.

L’incidente che le uccise il marito

Dal campione mondiale di off-shore ebbe Andrea, Charlotte (che le somiglia in modo impressionante) e Pierre. Poi, nel 1990, l'imbarcazione Pinot di Pinot di Stefano si ribaltò a 200 all'ora durante il Gran Premio off-shore di Monaco e per lei si rinnovò il tremendo lutto del padre. Una lunga vedovanza, una sola “love story” vera - con l'attore Vincent Lindon - poi le nozze da quarantenne con Ernst Auguste de Hannover, aggressivo nobile tedesco. Da lui ha avuto un'altra bambina, Alexandra.

La morte di Ranieri di Monaco

Nel 2005 la principessa affrontò una delle prove più dure: a poche ore dalla morte del padre anche il marito fu ricoverato d'urgenza, si disse in coma, e lo stesso principato sempre molto prudente aveva parlato di una situazione critica.

La passione per l’arte

Sempre bellissima e sempre presente, anche se dalla villa di Monaco, poco distante dal Rocher, oggi è lei la mente culturale del Principato stretto tra Francia e Italia. Da sempre appassionata di arte, porta nel Principato Damien Hirst e inaugura il Nouveau Musée National de Monaco.

I capelli grigi sfoggiati con orgoglio

Oggi Carolina è la spalla solida alla quale Alberto si può appoggiare. Soprattutto adesso che la principessa Charlène è in cura in Svizzera per recuperare la salute dopo un anno di malattia e sofferenza, tocca a Stéphanie e Carolina aiutare il Principe con i piccoli Jacques e Gabriella. Anche al momento solenne della festa nazionale di novembre — dove ha sorpreso tutti con un’inaspettata chioma grigia— ha fatto le veci di Charlene.
I suoi 65 anni pare li abbia festeggiati in Svizzera dove da fine anno ha scelto di trascorrere le sue vacanze nello chalet di Gstaad, circondata dal calore di figli e nipoti.