Contrordine: l'avocado aiuta a ridurre la fame e il peso

Uno studio approva il suo uso come sostitutivo dei carboidrati: riduce il picco di insulina e sazia prima

TiscaliNews

Usare l'avocado fresco come sostituto dei carboidrati raffinati può sopprimere la fame e aumentare la soddisfazione dei pasti negli adulti sovrappeso e obesi. Lo dice uno studio del Center for Nutrition Research dell'Illinois Institute of Technology che è stato pubblicato sulla rivista scientifica Nutrients. Gli studiosi sono arrivati a queste conclusioni dopo aver analizzato 31 adulti con problemi di peso ai quali è stato fatto mangiare il frutto fresco come sostituto dei carboidrati.

Minore picco di insulina

E' stato notato come ci sia stata anche una riduzione dei picchi di insulina e glicemia, riducendo ulteriormente il rischio di diabete e malattie cardiovascolari e aggiungendo grassi e fibre sane a una dieta quotidiana regolare. La ricerca ha scoperto che i pasti con l'avocado hanno provocato una riduzione significativa della fame e un aumento del modo in cui i partecipanti si sentivano soddisfatti del loro pasto.

Meno fame

L’avocado ha sempre avuto una brutta fama dal punto di vista dietetico e invece, per gli studiosi statunitensi, semplici cambiamenti nella dieta, proprio come questi, possono avere un impatto importante sulla gestione della fame e sul controllo metabolico specie in chi soffre di obesità e sovrappeso.