Da ministra a ballerina, Nunzia De Girolamo: "Le polemiche con Selvaggia, le liti con mio marito e la mia prossima mossa in tv"

Quarantatré anni, avvocatessa fulminata sulla via berlusconiana, l'ex deputata di Forza Italia parla del ménage con il marito dem Francesco Boccia, delle critiche della Lucarelli e della sua prossima capriola tv: "Ora ballo da sola"

Più che un salto, una capriola con doppio avvitamento quella compiuta da Nunzia De Girolamo. Quarantatré anni, avvocatessa fulminata sulla via berlusconiana che da Benevento l’ha portata a Roma prima come deputata di Forza Italia e poi come Ministro delle politiche agricole del fu Governo Letta. Ora invece, dopo la delusione delle ultime elezioni, Nunzia si è riscoperta irrimediabilmente attratta dal mondo della comunicazione e della tv. Eccola tenutaria di una rubrica su Il tempo, “Nunzia Vobis”, eccola opinionista a “Non è l’Arena” di Massimo Giletti e soprattutto eccola ballerina alla corte di Milly Carlucci e del suo “Ballando con le stelle”. “Questa è una delle pochissime volte nella mia vita che faccio davvero ciò che desiderio: i miei genitori mi hanno sempre chiesto molto, sia mia madre che mio padre. Su di me hanno investito molto e preteso altrettanto. Ho fatto molto di ciò che voleva mio padre. Ora, facendo “Ballando con le stelle” in un momento particolare, di sfida, di sperimentazione, di confronto con me stessa, con il mio corpo, con il mio essere mamma di una bambina di 6 anni. È un momento mio. Io ballo per me. Solo per me. E per una volta senza preoccuparmi delle reazioni degli altri”.

Nunzia De Girolamo durante l'intervista.

 "Io di Forza Italia e mio marito, Boccia, del Pd: ecco come facciamo"

Una metamorfosi che, però, non deve stupire più di tanto. La De Girolamo agli equilibrismi e all’arte della diplomazia capace di tenere insieme gli opposti è più che allenata dal suo ménage quotidiano: suo marito, infatti, appartiene all’opposto arco parlamentare ed è il deputato del partito democratico Francesco Boccia. “Ma tu e Boccia come fate ad andare d’accordo? Ce lo chiedono tutti. In realtà noi abbiamo imparato che le diversità sono un valore e le abbiamo valorizzate. La tolleranza passa per l’accettazione delle idee altrui e riguarda la politica e tutti gli altri campi. Le diversità di religione, razza, gusti sessuali. Se impari a capire le ragioni dell’altro diventi tollerante e civile. Io e Francesco abbiamo sempre tenuto la politica fuori di casa. Non tanto i grandi temi, quanto quella dei partiti. Poi in realtà discutiamo esattamente come tutte le altre coppie sui figli, sulla spesa, sull’ordine a casa… Insomma io e lui siamo stati capaci di amarci al di là delle idee politiche. E poi va detto che sui grandi temi etici, io sono molto “laica” e aperta. E quindi mi sono spesso trovata ad andar d’accordo più che con lui con le sue colleghe di partito”, aggiunge ridendo e prendendo in giro il consorte “decisamente più riflessivo. Io invece sono più di cuore”.

"Molti mi vedono in versione Gruber"

Proprio alla vigilia della puntata del 27 aprile Nunzia ha annunciato su Instagram di essersi fatta male durante un allenamento: “Sono caduta durante una presa in sala prova con la faccia in avanti. Mi sono spaccata le labbra, ho una contusione alla costola e un edema muscolare”, ha raccontato. La sua partecipazione alla puntata di sabato in coppia con Raimondo Todaro, anche lui dolorante per uno strappo, potrebbe essere a rischio: “Cercheremo di capire cosa fare, dovremmo stare entrambi a riposo”. In ogni caso non c’è dubbio che Nunzia si risolleverà ben presto e nella videointervista concessa a Tiscali confida: “Il mondo della tv mi sta tentando molto, potrei serbare altre sorprese. Non mi piacerebbe avere un programma mio dove mettere a frutto ciò che ho fatto questi anni. Vorrei dare voce alla gente. In molti mi vedono in versione Lilli Gruber. Io invece guardo all’America e mi immagino più Ellen DeGeneres”. Per ora i confronti che la attendono sono quelli con l’agguerritissima giuria di “Ballando con le stelle” e in particolare con Selvaggia Lucarelli che non le risparmia critiche particolarmente pungenti. La sua risposta, come potete ascoltare in questa videointervista, non è da meno.