L’attrice Isabella Nefar: “Donne iraniane, cosa significa nascere nel Paese degli Ayatollah. Ecco cosa ci serve”

Lei è volata da Teheran ai teatri di Londra. “Abbiamo la responsabilità di diffondere la voce delle donne iraniane”. La 31enne è nata in quell’Iran oggi scosso da una rivolta originata dalla protesta per la morte della giovane curda Mahsa Amini

Ascolta l'articolo

Leggi più veloce

La giovane attrice italo-iraniana racconta della sua infanzia a Teheran e della sua partenza alla volta dell’Italia prima e di Londra poi. L’incontro con una nuova cultura le ha dato modo di coltivare l’arte, a cominciare dalla danza, come non avrebbe potuto nel suo paese natale. Quel paese in cui non esistevano le scuole di danza e dove oggi le giovani donne, ma anche i loro compagni di protesta, trovano la morte per una ciocca fuori posto.

Il suo lavoro l'ha portata ad alternare teatro e cinema fino al debutto italiano con 'Profeti', di Alessio Cremonini, in uscita il 3 novembre. Isabella Nefar ci stimola a non voltare lo sguardo da ciò che accade in terra iraniana e al tempo stesso ci sollecita a trovare punti di incontro più che differenza fra “noi e loro”.

Leggi anche:

Juliette Binoche, Marion Cotillard e Marge Simpson si tagliano i capelli per Mahsa Amini

Ancora proteste in Iran: le donne cantano “Bella ciao”, il gesto dei calciatori della nazionale

Hadith aveva solo 20 anni, era bionda, bella e sognava la libertà: 6 proiettili l’hanno uccisa

Giulia Salemi le origini iraniane e il commovente appello in tv

Da Belen a Claudia Gerini e a Laura Torrisi: via la ciocca di capelli. Il gesto per le sorelle in Iran

12/10/2022