Michelle Obama e l'annuncio dell'autobiografia: marketing o discesa in campo?

TiscaliNews

“Scrivere “Becoming” è stata una profonda esperienza personale. Mi ha concesso, per la prima volta lo spazio per riflettere onestamente sulla traiettoria del tutto inaspettata che ha avuto la mia vita. Parlo delle mie radici e di come una ragazza dal South Side di Chicago abbia trovato la sua voce. Spero che il mio viaggio ispiri i lettori a trovare il coraggio di diventare chiunque aspirano ad essere. Non vedo l'ora di condividere la mia storia”. Firmato Michelle Obama. L’ex first lady degli Stati Uniti d’America ha annunciato così su Twitter l’uscita della sua autobiografia “Becoming” prevista per martedì 13 novembre 2018 in tutto il mondo e in 24 lingue. Ovvero con ben 9 mesi di anticipo.

Marketing o discesa in campo?

Pura scelta di marketing editoriale o preparazione per una sua discesa in capo in politica in vista delle presidenziali del 2020? Al momento non è dato sapere. Anche perché Michelle, più volte interrogata sull’eventualità, ha smentito. Ma di certo la smentita da sola non basta ad allontanare l’idea che il prossimo presidente degli Stati Uniti possa essere una donna. Non c’è riuscita Hillary Clinton, potrebbe farcela Michelle, che accanto a Barack Obama è sempre stata molto popolare. Intanto anche Barack sta scrivendo la sua seconda autobiografia; la prima, “I sogni di mio padre” fu pubblicata nel 1995 e rieditata nel 2004 per preparare la sua corsa presidenziale. L’editore è lo stesso e pare che per assicurarsi i libri della coppia abbia sborsato la cifra record di 65 milioni di dollari.

In Italia verrà pubblicata da Garzanti

Il memoir di Michelle Obama verrà pubblicato in Italia in formato cartaceo e digitale da Garzanti. La notizia è stata annunciata in Italia da Stefano Mauri, Presidente e Amministratore delegato del Gruppo editoriale Mauri Spagnol e Amministratore delegato della Garzanti.

Nel libro autobiografico, Michelle Obama inviterà i lettori nel suo mondo, raccontando le esperienze che l'hanno formata, dalla sua infanzia nel quartiere di South Side a Chicago agli anni di lavoro in equilibrio tra gli impegni professionali e quelli di madre, fino al periodo trascorso nella casa più famosa del mondo. Con estrema franchezza descriverà i trionfi e le delusioni, sia pubblici sia privati, raccontando per intero la sua storia così come l'ha vissuta, attraverso le sue parole e dal suo punto di vista. Caldo, saggio e rivelatore, “Becoming” sarà l'inedito ritratto intimo di una donna che ha costantemente sfidato le aspettative, e la cui storia ci ispira a fare altrettanto. L'edizione inglese di “Becoming” verrà pubblicata negli Stati Uniti e in Canada da Crown Publishing Group/Penguin Random House, nel Regno Unito e nei territori del Commonwealth da Viking/Penguin Random House UK. Il libro verrà tradotto in 22 lingue.