Partita del cuore e sessimo, Pecchini: “Aurora e Ciro hanno mentito, li querelo”

Accusato di discriminazione sessuale dai due membri dei The Jackal, l’ex dirigente della Nazionale Cantanti ha raccontato la sua versione dei fatti: «Ma quale sessismo, semplicemente non li ho riconosciuti»

TiscaliNews

La polemica legata all’ultima Partita del cuore, Nazionale cantanti contro Campioni della Ricerca, segna un nuovo episodio dopo le accuse di sessismo e le conseguenti dimissioni di Gianluca Pecchini. Ed è proprio l’ex dirigente della Nazionale cantanti a dire la sua ribaltando completamente la versione fornita da Aurora e di Ciro. Dopo una settimana dall'origine della vicenda, ha infatti annunciato querela nei confronti dei due membri dei The Jackal.

“Nessuna discriminazione”

Durante la cena al J Hotel origine della querelle, Pecchini non avrebbe detto ad Aurora di alzarsi dal tavolo della Nazionale Cantanti perché «le donne non possono stare al tavolo delle squadre». L’ex dirigente, in un’intervista concessa a Selvaggia Lucarelli su Tpi, sostiene di avere semplicemente visto a quel tavolo «due persone che non conoscevo perché non le avevo invitate io, Ciro ed Aurora. Di questo mi assumo la colpa: non sapevo chi fossero, forse da lì è scattato il reato di lesa maestà». A qual punto Pecchini avrebbe detto a entrambi: «Questo è il tavolo della Nazionale Cantanti, vi potete mettere a un altro tavolo?». Pecchini smentisce quindi di aver chiesto solo a Leone di spostarsi: «Ma figuriamoci, l’ho chiesto a entrambi».

Accusa respinta

Insomma, secondo lui non c’è stato sessismo e annuncia querela nei confronti di Aurora e Ciro: «Ho sperato che dicessero la verità, ma non l’hanno fatto. Mi domando: anche se erano arrabbiati, perché penalizzare una manifestazione di beneficenza, buttare un’ombra su 40 anni di lavoro e di bene fatto per la ricerca e la diagnosi? Prima fanno il video con tutte quelle accuse e poi ricordano di mandare comunque un sms per fare beneficenza? Non mi sembra coerente».

Pressioni sui cantanti

Non solo: a detta di Pecchini, alcuni cantanti come Eros Ramazzotti avrebbero deciso di rinunciare alla partita per le pressioni ricevute dai rispettivi fan, dopo che la Aurora ha pubblicato il video d’accusa sui social. Vedremo se dopo l’annuncio, la querela partirà davvero e quali saranno gli sviluppi.