Serena Williams legge la lettera d’amore alle donne: “Noi isteriche, squilibrate e pazze”

La Nike ha realizzato uno spot che illumina il lato emotivo delle sportive trasformandolo in punto di forza: un inno al coraggio femminile

Codice da incorporare:

Piangono, ridono, protestano, gioiscono e soffrono mostrando tutta la loro emotività, senza riserve. Sono le sportive del nuovo spot della Nike: un video emozionante reso ancora più coinvolgente dal testo, letto con trasporto dalla campionessa di tennis Serena Williams. Un’occasione per celebrare le conquiste delle donne dello sport elencando le “prime volte” di tante atlete: dalla prima maratoneta alla prima donna a gareggiare con l'hijab. Il tutto concluso con una frase a di incoraggiamento: "È da pazzi fino a quando non lo fai".

Serena & C.

Nello spot della Nike, il racconto di Serena Williams si accompagna a immagini di sportive che hanno mostrato risvolti inediti delle discipline alle quali hanno dedicato la vita. La stessa Williams è stata considerata esempio di eccentricità sul campo da tennis e recentemente ha parlato della sua depressione post parto.

Pazze isteriche

“Se mostriamo le emozioni ci definiscono melodrammatiche – dice la voce di Serena mentre scorrono le immagini - Se ci mettiamo a giocare contro i maschi, dicono che siamo svitate. Se sogniamo le pari opportunità, deliriamo. Quando lottiamo per qualcosa, siamo squilibrate. Quando eccelliamo da qualche parte, deve esserci qualcosa di sbagliato in noi. E se ci arrabbiamo, siamo isteriche, irrazionali o semplicemente pazze (crazy). Ma una donna che corre la maratona è da pazzi. Una donna sul ring della boxe è da pazzi. Una donna che schiaccia a canestro è da pazzi. Essere un’allenatrice del NBA è da pazzi. Gareggiare col hijab è da pazzi. Cambiare sport, fare un doppio avvitamento con lo snowboard o vincere 23 Grandi Slam, avere un figlio e poi tornare a gareggiare per vincere ancora è da pazzi, pazzi, pazzi, pazzi. Allora mostra loro cosa sa fare una pazza”.

Supereroina

Nell’ultimo esempio Serena Williams fa riferimento proprio a se stessa e al suo rientro nelle competizioni dopo la maternità. La sua tuta aderente da Catwoman era stata assai criticata, eppure le era servita per tornare sui campi scongiurando gli effetti di un problema che, durante il parto le aveva addirittura fatto rischiare la vita. Un capo progettato dalla Nike proprio per la tennista, per favorire la circolazione e impedire la formazione di coaguli di sangue, problema che si presenta subito dopo il parto. Quella tuta, con la quale Williams aveva dichiarato di sentirsi come "una principessa guerriera", fu invece bandita dai Roland Garros. Allora la Nike celebrò la tennista con uno spot manifesto: "Puoi togliere a un supereroe il suo costume ma non puoi togliergli i suoi poteri". Il sodalizio con la tennista continua oggi in questo video che è una dichiarazione d’amore per le donne coraggiose.