Milleunadonna

Svelata l’assurda mania del principe Andrea: “A letto tutti secondo un ordine deciso, altrimenti dà in escandescenze”

Secondo un’ex cameriera citata dal "Sun", il duca di York coltiverebbe la passione per i peluche: ne avrebbe 72, soprattutto orsetti vestiti da marinaio e tutti posizionati sul suo letto in base a una precisa gerarchia

TiscaliNews

Lo scandalo sessuale che ha portato recentemente la Regina Elisabetta a privare suo figlio di titoli e funzioni di rappresentanza della Corona ha dato il via a una serie di rivelazioni sulla vita personale del Principe Andrea che poco hanno a che fare con i reati di cui è accusato. Come ha raccontato il Sun citando un'ex cameriera di Andrea, il principe avrebbe una strana passione per i peluche. Il figlio di Elisabetta II ne avrebbe addirittura 72 e, come rivelato dalla fonte, preferirebbe gli orsacchiotti vestiti da marinaio. Ma non finisce qui, perché i pupazzi, secondo la donna, andrebbero sistemati sul letto del duca di York, che ricordiamo ha 61 anni, secondo uno schema ben preciso e inderogabile.

Dormire tra una patera e gli ippopotami

L'ex cameriera rivela infatti che il principe andava su tutte le furie se gli orsacchiotti non stavano al loro posto: uno sulla spalliera del letto sul lato sinistro, mentre in quello opposto e alla fine del letto ci andavano gli ippopotami. A metà spalliera, invece, una pantera nera. Anche la notte, quando i peluche andavano tolti per fare posto al proprietario, dovevano comunque essere posizionati nella stanza secondo un altro schema specifico, cosa che impegna ogni giorno due persone in (almeno) un’ora di lavoro. I restanti sessantotto peluche, quasi tutti orsetti vestiti da marinaio, dovevano quindi circondarlo mentre dormiva.

Mania singolare

Durante il giorno però andavano tutti rimessi sul letto in ordine di grandezza. Charlotte Briggs ha raccontato che quando ha preso servizio come cameriera a Buckingham Palace, ha passato un’intera giornata ad essere istruita sui pupazzi perché pare che Andrea desse in escandescenze se i fantocci non erano nell’ordine giusto. Una mania assai strana ma una mania appunto, niente a che vedere con le accuse ben più gravi di stupro di una minorenne.