La moglie di Fantozzi furoreggia a "Ballando con le stelle": è lei la vincitrice annunciata

A quasi 84 anni Milena Vukotic, nota alla platea tv per la sua partecipazione a "Un medico in famiglia", sta conquistando tutti, giudici e social

TiscaliNews

Se a "Ballando con le Stelle" c'è una stella che di sicuro rifulge è Milena Vukotic. Con la sua eleganza, classe e leggiadria ha stregato tutti, giudici e pubblico. Entusiasta Carolyn Smith che due sabati fa ha esclamato: "Tutte le donne giovani devono guardare te. Sei una delle migliori concorrenti che ho mai visto qui a "Ballando con le Stelle".

Anche sul web per lei è un'autentica ovazione. Al punto che per ben due volte si è aggiudicata il tesoretto social, l'ultimo dopo l'esibizione con Simone Di Pasquale in un omaggio a Stanlio e Ollio. "Bellissimi", "meravigliosi", esulta la Rete.

A quasi 84 anni l’attrice incanta e fa il pieno di elogi e ammirazione. E il coro è unanime nell'esaltarne bellezza, grazia e leggerezza. "Divina, eterea, unica" si legge tra i post, "quasi ultraterrena", "immensa per classe e simpatia! Unica vera protagonista". C'è chi ne esalta anche "rispetto, educazione, umiltà" e chi non ha dubbi: "Comunque vada per me la vincitrice è lei!!". Ovunque è un tripudio di cuori e cuoricini.

Divenuta famosa al grande pubblico come la moglie Pina di Ugo Fantozzi, Milena Vukotic, come si legge sul sito di 'Ballando con le Stelle', ha all'attivo gli studi artistici seguiti a Londra, Vienna e infine Parigi, dove ha studiato pianoforte, danza e recitazione ed è entrata nella compagnia Grand Ballet du Marquis de Cuevas. Tornata a Roma, ha fatto parte della compagnia Morelli-Stoppa e ha lavorato poi con Strehler, Zeffirelli, Enriquez, Paolo Poli, ecc.
 
 
Nel 2002 ha ricevuto il Premio Eleonora Duse per la carriera teatrale, in particolare per "Le donne di Picasso", regia di Terry D’Alfonso, e "Notte di grazia scendi" di Samuel Beckett, regia di Mario Morini. Nel 2014 ha ricevuto il Premio Flaiano alla carriera. Nelle ultime stagioni teatrali, tra i lavori più importanti Lasciami andare madre, regia di Lina Wertmüller con Roberto Herlitzka, Regina madre, con Antonello Avallone, Sorelle Materassi, con Lucia Poli e Marilù Prati, regia di Geppy Glejieses. Nel cinema  ha recitato in oltre 120 film con registi come Blasetti, Fellini, Lattuada, Wertmüller, Bolognini, Scola, Monicelli, Lizzani, Dino Risi, Bertolucci, Tarkovskij, Oshima, Buñuel, di cui ha interpretato gli ultimi tre film, e nella serie dei Fantozzi con Paolo Villaggio. Nel 1994 ha avuto il Nastro d'argento come migliore attrice non protagonista per Fantozzi in Paradiso.
 
 
Per la televisione ha iniziato a lavorare nel 1964, con Il giornalino di Giamburrasca di Lina Wertmüller, fino alla recente serie Un medico in famiglia, dove ha impersonato accanto a nonno Libero- Lino Banfi l'amatissima nonna Enrica..
 
Fonte Adnkronos
 
Leggi anche