Come preparare al meglio il bagaglio: le regole per uno zaino intelligente

Per una vacanze in cammino, leggerezza è la parola d'ordine per la salute della schiena

Come preparare al meglio il bagaglio: le regole per uno zaino intelligente
TiscaliNews

Saper organizzare il proprio bagaglio vacanziero, imparando a distinguere l'essenziale dal superfluo. È questa la prima regola per intraprendere un viaggio a piedi, un cammino che non diventi troppo faticoso proprio a causa del peso sulle spalle. Uno zaino intelligente per chi sceglie questo tipo di esperienza è determinante: per questo la Compagnia dei Cammini, associazione di turismo responsabile, prima delle vacanze suggerisce ai camminatori qualche consiglio per salvaguardare la salute della schiena.

Pesi e misure

Leggerezza e un occhio alla taglia sono essenziali al momento della scelta di quello che diventerà un compagno di viaggio. Lo zaino è come un vestito, deve essere su misura. Nella scelta, va considerata la corporatura e quindi la taglia adatta. Si può optare per uno con peso specifico leggero, anche perché non bisogna portare mai più di 13-14 chili. Per un cammino di più giorni, senza sacco a pelo, né tenda, anche un 40-45 litri può andar bene. In caso contrario, un 55 litri.

Il necessario e il superfluo

L'imbottitura di spallacci e cintura deve essere spessa e il peso suddiviso. E' importante collegare gli spallacci con l'elastico sopra il petto. La cintura, invece, deve essere stretta il più possibile, poco sopra le anche. Altro consiglio è che è meglio rischiare che manchi qualcosa, piuttosto che voler prevedere tutti i rischi. Vale la regola dello stretto necessario. Per risparmiare sul peso è necessario portare piccole confezioni di sapone, dentifricio, medicinali indispensabili e lasciare a casa i cosmetici salvo la crema solare.

Come riempirlo

Sui vestiti non più un cambio al giorno e come cuscino si può usare una sacca di cotone riempita con abiti puliti. Fare una lista aiuterà a non improvvisare e riempire, compulsivamente, lo zaino. Che se ben fatto avrà spazio anche per gli strumenti per dedicarsi alla passione preferita (macchina fotografica, binocolo, acquerelli). Per il cibo è sufficiente prevedere una piccola riserva, barrette, qualche snack dolce e salato, il resto si trova lungo il viaggio. Infine, attenzione a riempire lo zaino in modo da abbassare il baricentro: gli oggetti più pesanti devono stare al centro vicino al corpo, e in basso.