La bambina con la banana e le accuse di sessismo: Audi travolta dalle critiche per l'immagine di uno spot

La Bbc riporta le critiche diffuse su Twitter: “posa provocatoria e pericolosa”. La casa automobilistica si è scusata e ha ritirato la pubblicità

L'immagine incriminata (Ansa)
L'immagine incriminata (Ansa)
TiscaliNews

Ultimamente la sensibilità sul tema del sessimo, del razzismo e della pedofilia sono al massimo e i media, che si tratti di news, immagini o pubblicità, ne fanno spesso le spese. Ne sa qualcosa l’Audi, finita al centro delle ultime polemiche per una posa giudicata "provocatoria, sessista e pericolosa". In molti su Twitter sono insorti alla vista dello spot dell'ultimo modello dell'Audi - la RS4 - che mostra una bambina di pochi anni con vezzosi occhiali da sole, vestitino fiorato e giubbotto jeans, che mangia una banana appoggiata al muso di una vettura rossa fuoco.

I rimproveri

Lo slogan del promo è: "Lascia che il tuo cuore batta più forte. Sotto ogni aspetto". Ma, come riporta la Bbc, molti di coloro che hanno visto l'immagine pubblicitaria l'hanno letta come provocatoria. Altri invece si sono scagliati contro la pericolosità dell'immagine: per il guidatore sarebbe impossibile vedere la bimba e quindi evitare di investirla.

Le scuse e il ritiro dello spot

Travolta dalle critiche sul social la casa automobilistica tedesca si è affrettata a fare un mea culpa pubblico e a ritirare subito lo spot. E anche ad aprire un'indagine interna per capire come sia potuto accadere. "Vi ascoltiamo e chiariamo: ci prendiamo cura dei bambini. Ci scusiamo sinceramente per questa immagine insensibile e ci assicuriamo che non verrà utilizzata in futuro", è scritto su un comunicato diffuso da Audi.