Cresce la generazione no kids: “Procreare non è necessario per realizzarsi”

Da Renee Zellwegger a Oprah Winfrey, da Conoleeza Rice Leonardo DiCaprio sono tutti d’accordo: “Senza figlia si vive bene”

TiscaliNews

Chi lo ha detto che per realizzarsi come donna, si debba per forza diventare madri? Qualcuno lo dice e pure a voce alta ma ormai la generazione “no kids” è talmente numerosa da avere fornito ampia dimostrazione del fatto che si possa vivere in modo compiuto e profondo la propria esistenza anche senza riprodursi. A pensarla così sono anche tante stelle del mondo dello spettacolo, a iniziare da Marisa Tomei: “Non capisco perché per essere viste come esseri umani completi le donne devono necessariamente avere figli”.
Le fa eco Susanna Tamaro ma nel caso della scrittrice ha pesato il ricordo di una madre crudele: "Avevo dei mostri dentro pronti ad uscire e il timore di poter essere anch’io una madre crudele. Dopo il lavoro fatto su me stessa, oggi sì, potrei avere un figlio, anche se 56 anni sono davvero troppi".

C’è poi chi non è riuscita nel progetto della maternità come Helen Mirren: “Non era il mio destino. Per tanto tempo ho continuato a pensare che lo fosse, in attesa di rimanere incinta, ma non è mai accaduto”. E c’è chi è ancora possibilista come Dita Von Teese: “Amo i bambini, ma sono stata sposata con qualcuno che non è tagliato per essere padre. Manson non riusciva a prendersi cura di se stesso, figuriamoci di un bambino. Così mi sono adattata. Ora vedremo cosa accadrà”.

Renee Zellwegger preferisce restare sul vago: "Vivo alla giornata, quel che sarà sarà”. Lapidaria Piera Degli Esposti che ha rivelato: “Ho avuto gravidanze non portate a termine, non sono pentita”.

Oprah Winfrey è convinta che “Se avessi dei figli, mi odierebbero. Sarebbero finiti in un equivalente dell’Oprah Show a parlare di me; perché nella mia vita qualcosa avrebbe dovuto soffrire e sarebbero stati probabilmente i miei figli”.

Ellen DeGeneres e la sua compagna Portia De Rossi sono d’accordo: "Arriva un po’ di pressione quando hai superato i trent'anni e pensi ‘Sto per avere dei bambini in modo da non perdere qualcosa che gli altri sembrano davvero amare?’ O sono io che davvero voglio farlo con tutto il cuore? Non sentivamo che mia risposta fosse ‘sì’ a quest'ultimo quesito".

Anche Conoleeza Rice: "Pensavo che fosse ok al giorno d'oggi essere single - ha detto in passato Rice al New York Times -. E pensavo che fosse accettabile anche il fatto di non avere figli. E pensavo che si potessero prendere decisione giuste per il paese anche essendo single e senza figli".

E per finire un uomo, Leonardo DiCaprio: “Se voglio portare dei bambini in un mondo come questo? Se succede, succede. Preferirei non entrare nello specifico, proprio perché potrei essere frainteso. Mah, non lo so. Direi di sì”.

Chi lo ha detto che per realizzarsi come donna, si debba per forza diventare madri? Qualcuno lo dice e pure a voce alta ma ormai la generazione “no kids” è talmente numerosa da avere fornito ampia dimostrazione del fatto che si possa vivere in modo compiuto e profondo la propria esistenza anche senza riprodursi. A pensarla così sono anche tante stelle del mondo dello spettacolo, a iniziare da Marisa Tomei: “Non capisco perché per essere viste come esseri umani completi le donne devono necessariamente avere figli”.
Le fa eco Susanna Tamaro ma nel caso della scrittrice ha pesato il ricordo di una madre crudele: "Avevo dei mostri dentro pronti ad uscire e il timore di poter essere anch’io una madre crudele. Dopo il lavoro fatto su me stessa, oggi sì, potrei avere un figlio, anche se 56 anni sono davvero troppi".

C’è poi chi non è riuscita nel progetto della maternità come Helen Mirren: “Non era il mio destino. Per tanto tempo ho continuato a pensare che lo fosse, in attesa di rimanere incinta, ma non è mai accaduto”. E c’è chi è ancora possibilista come Dita Von Teese: “Amo i bambini, ma sono stata sposata con qualcuno che non è tagliato per essere padre. Manson non riusciva a prendersi cura di se stesso, figuriamoci di un bambino. Così mi sono adattata. Ora vedremo cosa accadrà”.

Renee Zellwegger preferisce restare sul vago: "Vivo alla giornata, quel che sarà sarà”. Lapidaria Piera Degli Esposti che ha rivelato: “Ho avuto gravidanze non portate a termine, non sono pentita”.

Oprah Winfrey è convinta che “Se avessi dei figli, mi odierebbero. Sarebbero finiti in un equivalente dell’Oprah Show a parlare di me; perché nella mia vita qualcosa avrebbe dovuto soffrire e sarebbero stati probabilmente i miei figli”.

Ellen DeGeneres e la sua compagna Portia De Rossi sono d’accordo: "Arriva un po’ di pressione quando hai superato i trent'anni e pensi ‘Sto per avere dei bambini in modo da non perdere qualcosa che gli altri sembrano davvero amare?’ O sono io che davvero voglio farlo con tutto il cuore? Non sentivamo che mia risposta fosse ‘sì’ a quest'ultimo quesito".

Anche Conoleeza Rice: "Pensavo che fosse ok al giorno d'oggi essere single - ha detto in passato Rice al New York Times -. E pensavo che fosse accettabile anche il fatto di non avere figli. E pensavo che si potessero prendere decisione giuste per il paese anche essendo single e senza figli".

E per finire un uomo, Leonardo DiCaprio: “Se voglio portare dei bambini in un mondo come questo? Se succede, succede. Preferirei non entrare nello specifico, proprio perché potrei essere frainteso. Mah, non lo so. Direi di sì”.