Stavolta arriva la denuncia, Virginia Giuffre accusa il principe Andrea: "Abusò di me quando avevo 17 anni"

La donna già in passato aveva avanzato accuse relative al caso Epstein, ma l'azione legale presentata a New York rappresenta uno sviluppo clamoroso che rischia di mettere in seria difficoltà il duca di York

di Redazione Milleunadonna

Virginia Giuffre, una delle accusatrici del finanziare suicida Jeffrey Epstein, ha avviato un'azione legale contro il principe Andrea, figlio della regina Elisabetta. Come riportano alcuni media Usa, la donna sostiene di essere stata abusata sessualmente da Andrea quando aveva solo 17 anni e in tre occasioni diverse: a Londra, a New York e nella residenza di Epstein alle Isole Vergini. Nelle carte, depositate presso la corte federale di Manhattan, si spiega come fu costretta a fare sesso con Andrea da Epstein e dalla la sua complice Ghislaine Maxwell. 

Le accuse precedenti

La donna già in passato aveva avanzato le sue accuse con gli investigatori del caso Epstein e in tv in diverse interviste. Ma l'azione legale presentata a New York rappresenta uno sviluppo clamoroso che rischia di mettere in seria difficoltà il duca di York, oggi 61enne.

Dopo 20 anni

I fatti denunciati si riferiscono a 20 anni fa e in alcune foto già da tempo pubblicate sulla stampa si vede il principe Andrea ritratto con Giuffre, allora minorenne, e con Ghislaine Maxwell. "Venti anni fa - si legge nell'azione legale presentata a New York - la ricchezza, il potere, la posizione e le connessioni del principe Andrea gli consentirono di abusare di una ragazzina spaventata e vulnerabile che non aveva nessuno che la proteggeva. E' ora che ne risponda". Con la causa arriva quindi la richiesta del risarcimento dei danni fisici e morali.

Imbarazzo a corte: “No comment”

"No comment". E' l'unica risposta che arriva per ora da un portavoce del principe Andrea alla clamorosa azione legale avviata contro il terzogenito della regina Elisabetta dinanzi alla giustizia Usa da Virginia Giuffre: una delle vittime del giro di festini sessuali per vip messo in piedi anni fa dal miliardario americano Jeffrey Epstein, morto alla fine in cella dopo essere stato condannato per pedofilia. La notizia, del resto, ha evidentemente provocato imbarazzo nella famiglia reale britannica, in attesa di una qualche reazione ufficiale. Un'accusa pesante che Andrea ha già respinto in passato categoricamente, negando persino d'aver mai incontrato la donna; ma senza tuttavia riuscire a spiegare una foto d'epoca che lo ritraeva con il braccio attorno alla vita della giovane o, tanto meno, poter negare l'amicizia e la frequentazione col miliardario pedofilo (amico anche di tanti altri potenti, da Bill Clinton a Bill Gates).