Milleunadonna

Principe Andrea "in lacrime": il fratello Carlo gli nega il ritorno al ruolo reale

Il terzogenito prediletto della matriarca di casa Windsor, irrimediabilmente travolto dal coinvolgimento nello scandalo sessuale, sperava nel perdono

di Ansa

Addirittura ridotto in lacrime. Sicuramente spiazzato e rattristato: è il principe Andrea nell'apprendere da Carlo, quando ancora era principe di Galles poco prima della scomparsa di Elisabetta II, che non sarebbe più tornato ad assumere veri e propri incarichi di rappresentanza reale.

Delusione cocente

Lo riferisce il Mail on Sunday, citando fonti, e rivelando così che il 62enne Andrea, terzogenito prediletto della matriarca di casa Windsor irrimediabilmente travolto dal coinvolgimento nello scandalo sessuale Epstein, sperava ancora che il suo attuale isolamento sarebbe stato temporaneo e che, una volta salito Carlo al trono, sarebbe tornato ad assumere un ruolo ufficiale nell'ambito della famiglia reale.

Duro faccia a faccia

Non è così, almeno secondo il domenicale che parla dell'incontro privato fra i fratelli, nella tenuta di Carlo a Birkhall in Scozia pochi giorni prima della morte della regina, come un duro faccia a faccia in cui l'allora futuro re comunicava le sue intenzioni al duca di York, lasciandolo ad oggi "in stato di shock" e "molto depresso", secondo la fonte.