L'incredibile trasformazione di Kim Kardashian: da icona super sexy a "secchiona". Ecco il piano

La moglie di Kanye West ha iniziato l'apprendistato di 4 anni in uno studio legale che potrebbe portarla a esercitare la professione nel 2022. La decisione, dopo il caso di Alice Marie Johnson, afroamericana graziata da Trump anche per merito dell'intervento della star

TiscaliNews

Da icona trash, che ha conquistato il pubblico maschile a colpi di pose osè, a studentessa impegnata 18 ore a settimana per un obiettivo che niente ha a che vedere con l'immagine sfrontata e leggera cui ci ha abituati. Ma Kim Kardashian adesso è davvero decisa: diventerà un avvocato. L'obiettivo? Difendere i detenuti d'America. A spingere la Kardashian a seguire le orme del padre, avvocato tra gli altri di O. J. Simpson, è stato il caso di Alice Marie Johnson, una donna afroamericana di 62 anni che si trovava in prigione dal 1996 con una condanna all’ergastolo, senza condizionale, per un crimine di droga non violento. Dopo essere venuta a conoscenza della storia, Kim Kardashian si è mossa per ottenere la scarcerazione fino ad arrivare al presidente Trump, che ha incontrato il 30 maggio 2018 alla Casa Bianca. Il tycoon, dopo qualche giorno, ha concesso la grazia alla donna e, spinta da questo successo, la star del reality Keeping Up with The Kardashians ha deciso di iniziare la sua carriera nel mondo legale.

Da icona trash a paladina dei detenuti d'America

Da allora la casella postale di Kim Kardashian è piena di lettere provenienti dalle prigioni di tutti gli Stati Uniti. E Tmz riferisce che la star televisiva si è guadagnata il soprannome di "Principessa della riforma carceraria" tra i detenuti dell'intera America. Sarebbero migliaia le missive giunte alla star e al suo team legale, nella speranza che il suo interessamento possa portare a una svolta e magari a una richiesta di clemenza.

Il praticantato in uno studio di San Francisco

Per diventare avvocato nel 2020 - ha rivelato in un'intervista a Vogue - Kim non seguirà le normali vie accademiche cui siamo abituati in Italia. Non frequenta una law school ma ha iniziato un apprendistato di 4 anni in uno studio legale di San Francisco. La California è infatti uno dei quattro Stati che permette di sostituire l’apprendistato alla scuola di legge, anche se le regole sono rigide con progressi da dimostrare alla California Bar Association. Una volta terminati i 4 anni di apprendistato, Kim dovrà comunque affrontare gli stessi esami dei suoi colleghi abilitati alla professione.