Nuovo scontro tv fra Selvaggia e Mussolini: Non vivo senza mio marito”. Lucarelli: “Messaggio sbagliato”

Anche l’ultima puntata di “Ballando con le stelle” è stata caratterizzata da uno scontro tra Alessandra Mussolini e Selvaggia Lucarelli. La concorrente ha dichiarato il suo amore per il marito Mauro Floriani e la giurata l’ha accusata di non essere un modello da seguire

di C. M.

Ognuno sceglie di perdonare al proprio partner ciò che ritiene sopportabile e nessuno dovrebbe sindacarci sopra, il problema è se quella scelta viene posta come esempio in nome dell’unità della famiglia. È questa l’estrema sintesi di ciò che è accaduto durante l’ultima puntata di Ballando con le stelle, condotto da Milly Carlucci. A margine dell’ennesimo scontro fra la giornalista Selvaggia Lucarelli, dai banchi della giuria, e Alessandra Mussolini, fra i vip concorrenti, è andato in onda un dibattito sulla famiglia e sui sacrifici che si fanno per tenerla unita. Uno scontro che ha finito per mettere in secondo piano l’esibizione di Maykel Fonts e l’ex parlamentare, che per l’occasione si è misurata con un mambo che, a suo tempo, fu la zia Sophia Loren a portare sullo schermo.

L’esempio di mamma Maria Scicolone

Tutto è nato da una confessione che la concorrente ha fatto in un video andato in onda poco prima della sua esibizione. Mussolini ha raccontato ciò che sua madre Maria Scicolone, sorella dell’attrice Sophia Loren, fece per rendere più sopportabili i tradimenti del marito Romano. Si fece bionda come l'amante per potersi convincere che i capelli trovati sui vestiti fossero i suoi ma alla fine divorziò comunque da Romano Mussolini quando Alessandra aveva 4 anni: "Per me è stato un fatto traumatico e non vorrei mai fare provare ai miei figli quello che ho provato io. È dura perché a volte sarebbe più facile dire ciao e non condanno chi lo fa, io non ho più certezze".

Alessandra Mussolini e Mauro Floriani

Mussolini ha poi parlato dell'amore che prova per Mauro Floriani, con cui è sposata dal 1989, nonostante il suo tradimento: "Io non potrei vivere senza mio marito, senza i miei figli. Sarebbe per me un fallimento. La famiglia va puntellata ogni giorno. Non la puoi trascurare. Non è un costo. Lo sarebbe se non ci fosse l'amore. Io ho l'amore per i figli e per mio marito". Su questa scelta individuale e insindacabile, c’è da dire una cosa: Mauro Floriani non ha semplicemente tradito sua moglie. È stato condannato a un anno di reclusione per prostituzione minorile, Floriani ha infatti patteggiato per avere avuto rapporti sessuali con una 15enne.

Una scelta personale, non un riferimento

Ma la moglie, come ha raccontato nel video di presentazione della sua performance, ha deciso di perdonarlo e di non sfasciare la famiglia. Per questo Rossella Erra, che riporta in studio il parere dei social, si è complimentata con lei: "Riguardo al dolore che le donne portano sulle spalle, Alessandra è un riferimento che ogni donna può fare proprio". Dichiarazione che ha fatto saltare sulla sedia Selvaggia Lucarelli e non solo: "Scusate non facciamo passare che la donna che si porta la sofferenza sulle spalle sia un modello, ognuno sceglie nella vita quello che vuole sopportare e tollerare. Non facciamo passare questo messaggio. Io ho sentito in quella clip che non puoi vivere senza tuo marito. In realtà, possiamo sempre vivere senza un marito. Si tratta di fare delle scelte. Abbiamo le risorse per farcela anche senza un uomo. È un messaggio sbagliato".

L'opinione di Milly Carlucci e Roberta Bruzzone

A quel punto si sono espresse anche Milly Carlucci e Roberta Bruzzone. La conduttrice ha detto di rispettare le scelte di tutte le donne: "Io penso che ognuno scelga il proprio percorso. Può esserci una donna che ha bisogno di aggrapparsi ai propri affetti e la donna che anche nella dissoluzione dei propri affetti, riesce a mantenere la propria forza e identità". Roberta Bruzzone ha colto l'occasione per dirsi d’accordo con Lucarelli e per mandare un messaggio alle telespettatrici: "Non siete tenute a sopportare croci e nemmeno corna, ricordatevelo sempre. La vostra vita appartiene a voi, siete libere di fare le scelte che volete. Tentiamo di superare questo Medioevo culturale. Voglio dare questo messaggio in generale".
Lapidaria a quel punto la reazione di Alessandra Mussolini che ha concluso: "Sembrate dei robot, ci sono anche dei sentimenti".

Esempio per chi?

La morale della triste favola, se una può essercene, è che ognuno, sia uomo o donna, può perdonare al proprio partner ciò vuole ma che una scelta tanto personale possa essere portata come esempio di tenuta familiare è assai discutibile. Perché altrimenti bisognerebbe discutere pure di quando un padre condannato per prostituzione minorile possa essere di esempio per figlie coetanee delle minori in questione.