"Ci hanno strappato il velo dalla testa", la denuncia in un video di una ragazza marocchina

A raccontare su Facebook l'accaduto è Fatima Zahra Lafram, una giovane cittadina italiana, torinese di origine marocchina 

Codice da incorporare:
TiscaliNews

"Oggi una ragazza ci ha strappato il velo dalla testa. Con lui ha tirato via tutti i valori su cui è fondata l'Europa. Ha distrutto e umiliato non solo noi, ma anche tutti quelli che credono nella libertà". A raccontare su Facebook l'accaduto, avvenuto ieri sera mentre con due amiche stava tornando dal centro, è Fatima Zahra Lafram, una giovane cittadina italiana, torinese di origine marocchina

La reazione dei passeggeri

La ragazza in un video postato mentre si trova in ospedale per alcuni accertamenti dopo l’aggressione, racconta che tutto il bus ha reagito, l'autista si è fermato, è stata chiamata la polizia e quando gli agenti sono arrivati gli altri passeggeri hanno testimoniato a favore delle tre giovani che hanno 90 giorni di tempo per  formalizzare la denuncia.
Solidarietà è stata espressa da sul profilo Instagram della giovane dalla sindaca, Chiara Appendino, mentre il Pd di Torino su Facebook ha postato un manifesto con la scritta 'no racism'.

‘l'Italia siamo noi’

"Ci ha colpito una parte del racconto della ragazza che è stata aggredita su un pullman a Torino - si legge nel post - lei racconta che molti passeggeri l'hanno difesa e qualcuno le ha detto ‘l'Italia siamo noi’.  Ecco noi abbiamo voluto ribadirlo, chiaramente, l'Italia ‘Non’ è razzista, l'Italia siamo noi".

Fonte Adnkronos