Beauty routine da rientro post ferie, come prolungare l'effetto delle vacanze sulla pelle

Parole d’ordine: esfoliare, ossigenare e idratare per rinnovare la pelle. Dal thalasso scrub ai massaggi reidratanti per eliminare le cellule morte

Beauty routine da rientro post ferie, come prolungare l'effetto delle vacanze sulla pelle
TiscaliNews

Per tutta la durata delle vacanze il sole, il mare, le passeggiate in montagna, il relax, una maggiore attività fisica e la pelle scoperta hanno dato effetti positivi sul corpo oltre che sulla psiche. Una volta tornati alla quotidianità, per mantenere il più a lungo possibile i benefici della tintarella il primo passo è sbarazzarsi delle cellule morte – che “schermano” la luminosità della pelle – con un trattamento esfoliante, ideale per rivitalizzare la cute e restituire un colorito omogeneo. A seconda delle esigenze e della sensibilità, si può puntare sullo scrub, da quello al miele e sali del Mar Morto a quello al mosto d’uva e miele di castagno o alla polpa di cocco, passando per quello con il sapone di Aleppo, che stimola la produzione di collagene.

Idratare

Il secondo passo per mantenere l’abbronzatura è essere costanti con l’idratazione, bevendo tanta acqua e coccolandosi con trattamenti reidratanti come i massaggi all’olio di Argan. Per il viso, anche l’ossigenoterapia è una soluzione da prendere in considerazione per mantenere un incarnato luminoso e sano. Con un aerografo l’estetista rilascia sul viso ossigeno pressurizzato, capace di aumentare la produzione di collagene ed elastina, a cui segue l’applicazione di sieri nutrienti o acido ialuronico.

Il sale della vita

Il mare è un vero e proprio toccasana per corpo e mente, agendo positivamente sulle vie respiratorie, sulla circolazione e sull’umore. Per godere dei suoi benefici anche in città si possono eseguire dei trattamenti a base di sale come il massaggio bioenergetico nella culla del sale, che rilassa le articolazioni, ha un effetto drenante e migliora la respirazione. Per riprodurre l’azione levigante dell’acqua marina c’è poi il thalasso scrub, prezioso alleato per eliminare le impurità e rigenerare lo strato superficiale della pelle.

Inoltre, anche dovendo rinunciare a lunghe passeggiate sulla sabbia, si può continuare a combattere la ritenzione idrica: per farlo c’è il thalasso stone linum, un rituale di bellezza rivitalizzante, remineralizzante e drenante. Si inizia con un massaggio effettuato con guanti di lino per stimolare la circolazione; si passa poi all’applicazione dell’olio di mandorle caldo miscelato con sali del Mar Morto per nutrire la pelle e sbarazzarsi delle tossine e si chiude in bellezza con un massaggio con pietre laviche calde che potenziano l’effetto drenante.