Colpi di calore nei bambini: come evitarli

I consigli e l'alimentazione giusta per proteggere i più piccini dai rischi delle alte temperature

bambino al sole
I consigli per proteggere i bambini dai colpi di calore in estate. Copyright: Shutterstock.com
di Melarossa - la tua dieta personalizzata

Agosto si avvicina, la temperatura sale e chi rimane in città deve corazzarsi: i più a rischio sono i bambini, particolarmente esposti ai pericoli dei colpi di calore, che possono causare nausea, vomito, debolezza muscolare, affaticamento, mal di testa, stato confusionale, febbre. Se riconosci questi sintomi nel tuo bambino, portalo subito in un luogo fresco, fagli bere acqua per reidratarlo e spruzza acqua tiepida sul suo corpo, bagna uno straccio e passalo su polsi e fronte per abbassare la temperatura.

Ma è meglio non arrivare a questo punto: per farlo è importante mettere in atto una strategia preventiva seguendo i consigli del Ministero della Salute e agendo con il buon senso, per sfruttare al massimo i benefici della bella stagione minimizzando il rischio di incorrere in colpi di calore.

Non uscire nelle ore più calde

La regola più importante è la stessa, sia al mare che in città: meglio non uscire o programmare attività che richiedono lunghi spostamenti nelle ore più calde (fra le 11 e le 18, come indica il decalogo del Ministero della Salute). Con le alte temperature lattanti e bambini sono maggiormente esposti ai colpi di calore e rischiano la disidratazione perché sudano di più per portare il corpo alla temperatura giusta.

Bere tanto contro la disidratazione

Il rimedio più efficace contro la disidratazione è far bere molto il tuo bambino. Assicurati di avere sempre a portata di mano una borraccia d’acqua che mantenga fresca la temperatura. Preferisci le borracce in alluminio o materiali termici rispetto a quelle in plastica e lascia scegliere al bambino quella che più gli piace: in commercio ne esistono tante, colorate e ricche di disegni

Pasti leggeri e freschi

Proponi al tuo bambino dei pasti leggeri in cui siano sempre presenti la frutta e la verdura, ricchissime di acqua e rimineralizzanti. Anche per gli spuntini scegli la frutta, proponendola come macedonia o frullato per renderla più gradita ai piccoli.

Mantenere freschi gli ambienti

Per tenere le temperature della tua casa più basse rispetto all’esterno, accosta le persiane e tieni chiuse le finestre nelle ore più calde della giornata. Aprile invece la sera per lasciare entrare il fresco. Non abusare dell’aria condizionata, usala per brevi periodi solo per rinfrescare le stanze e togliere l’umidità, ma non tenerla accesa a lungo, proprio per evitare gli sbalzi termici. Al massimo tienila accesa in modalità deumidificatore, senza puntarla in modo diretto sui bambini.

L’acqua per rinfrescare

Non esitare a fare al tuo bambino delle docce tiepide o un bagnetto per abbassare la temperatura corporea. Evita l’acqua troppo fredda che potrebbe avere un effetto congestionante se il termometro sale oltre i 30°. Con l’acqua fredda puoi bagnare le mani e i polsi del tuo bambino o bagnare un panno morbido da passargli sulla fronte per rinfrescarlo.

Abbigliamento leggero

Negli ambienti chiusi vesti tuo figlio con abiti in materiale fresco come il cotone e preferisci maglie e pantaloni corti. Meglio lasciare che la pelle respiri e prenda aria. Per lo stesso motivo evita le fibre sintetiche e usa soprattutto i colori chiari.

Attenta alla macchina

In casa non c’è niente per pranzo e te ne accorgi all’ultimo momento? Se devi correre al supermercato e non hai i nonni o un’amica che stia con il tuo bambino, portalo con te ma non lo lasciare per nessuna ragione da solo in macchina (se nel tragitto si è addormentato, sveglialo), perché con le alte temperature il rischio di colpo di calore è altissimo.

Nei lunghi viaggi, porta un vaporizzatore che il bambino possa usare per rinfrescarsi e fermati spesso per assicurarti che tutto vada bene.

Prima di far salire il tuo bambino nell’auto che è stata parcheggiata a lungo al sole, apri tutti i finestrini e gli sportelli per far abbassare la temperatura dell’abitacolo.

 

Per tutti gli approfondimenti, consulta il Decalogo del Ministero della Salute per vincere il caldo

Scopri i consigli di Melarossa per mamme e bambini