Milleunadonna

Come proteggere il sesso e prendersi cura dei problemi

Come proteggere il sesso e prendersi cura dei problemi
Foto Shutterstock.com

In queste vacanze ci sono state violenze sessuali su ragazze straniere che avevano bevuto ed è molto importante che non si possa parlare di consenso quando c’è una forte riduzione della volontà. Una perversione di questi anni è riprendere le violenze e inviarle in rete come se ci fosse una cultura dell’immagine cattiva che viene pensata come motivo di popolarità e che fortunatamente fornisce le prove per risalire agli autori di atti intollerabili.

L'importanza dell'educazione sessuale e affettiva

Su questo e su altro credo che una corretta educazione sessuale e affettiva stia diventando sempre più necessaria mentre in Italia abbiamo ritardi gravissimi che non ci permettono di portare nelle fasce evolutive la cultura del rispetto e della competenza relazionale e anche del sesso sicuro.

Fare una scommessa su questo è importante perché è come se cercassimo sempre temi strani e distogliessimo l’attenzione da temi fondamentali mentre il rispetto e la competenza relazionale richiedono un percorso educativo che come dice l’OMS deve essere ripetuto nel tempo con una attenzione ai cambiamenti delle fasce d’età.

Una ricerca fatta dalla Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica, per l’Osservatorio Infanzia e adolescenza su 3500 giovani tra gli 11 e i 24 anni ci ha dimostrato che rispetto ai problemi affettivi, alle delusioni amorose gli adulti di riferimento non sono mai pensati come possibili interlocutori, solo le madri hanno una piccola segnalazione, per il resto gli amici o addirittura nessuno. Le crisi emotive raccontano la solitudine o l’idea che gli interlocutori adulti non siano considerati utili per superare le delusioni e le crisi affettive.

Quando si fanno campagne contro la violenza dovremmo avere presente questo e lo stesso quando parliamo di bullismo, dovremmo sempre avere presente che c’è silenzio e solitudine da parte di queste fasce evolutive.

Si parla di narcisismo degli adulti e forse potrebbe essere indicato parlare di egocentrismo, perché l’idea dei preadolescenti e adolescenti e giovani adulte e adulti è che devono cavarsela da soli.

Alla domanda hai sperimentato violenza verbale e psicologica? Il 14% risponde si,

Ai giovani è stato chiesto di scegliere la reazione che pensano di usare rispetto alle frustrazioni in amore  e il 32,5% reagisce prendendosi del tempo, il 31,9% chiedendosi cosa non va in lui/lei e il 23,7% piange di nascosto. Un 7,3% pensa di vendicarsi delle persone da cui è stato tradito e non considerato usando amici o amiche per rovinare la vita a chi l’ha deluso e il 4,6% invierebbe messaggi online denigratori.

La delusione amorosa

La delusione nella doppia veste di crisi dell’autostima o/e di rabbia, ci fa capire l’intensità emotiva che li travolge. Questo ci spinge a pensare di chiedere ai genitori di sapere accompagnare, restate vicini alle crisi emotive e di relazione, perché risolverle in modo giusto ci fa pensare ad una società con contenuti etici  e sappiamo che ci dobbiamo prendere cura della fragilità che costatiamo nelle nuove generazioni, dopo il periodo storico che ragazze e ragazzi hanno vissuto e stanno ancora vivendo.

Leggi anche:

Cari genitori parlate di sesso con le figlie e i figli

La sessuologa racconta l’esperienza di Giulia a 16 anni combattuta tra obbedire alle regole o trasgredirle

I dialoghi della vagina: tutto ciò che c'è da sapere sull'organo sessuale delle donne, dalla pubertà alla menopausa

La chat degli orrori. Perché mancano i confini e i genitori stanno in silenzio

La dipendenza dalla pornografia e dalle chat