Così l’autostima e la fiducia influiscono sulla passione sessuale e il raggiungimento del piacere

A volte, in particolare al femminile, si può credere che l’orgasmo richieda un totale e assoluto allontanamento dal sé

Così l’autostima e la fiducia influiscono sulla passione sessuale e il raggiungimento del piacere
Foto di Ketut Subiyanto da Pexels

Esiste una differenza tra passione e fusione con l’altro e patologia della fusione regressiva, nella dimensione di amore adorante e odio distruttivo come modalità primitive, potenti e contrapposte. La vita psicologica è caratterizzata dalla lotta per avvicinare e conciliare le due polarità affettive opposte, per proteggere le esperienze buone di amore, da quelle cattive, fatte di odio e distruttività. Le esperienze affettive positive e gratificanti tengono insieme le immagini buone del sé e dell’oggetto.

Indentità separate

Le esperienze affettive negative e frustranti tengono insieme le immagini cattive del sé e dell’oggetto. L’essere positivo della passione e della fusione passa attraverso una esperienza che permette di mantenere una identità separata dall’altra persona. Dobbiamo sapere che la fusione ha un potere positivo quando permette un ritorno a se stessi nel momento in cui il piacere è stato provato, goduto nella sua condizione alta. A volte, in particolare al femminile, si può credere che l’orgasmo richieda un totale e assoluto allontanamento dal sè, mentre siamo consapevoli nel lavoro sessuologico, che se ci conosciamo e se affrontiamo le emozioni come una grande risorsa sappiamo godere del fatto di affidarci e smarrirci. Questo perché siamo consapevoli che diamo alle emozioni, al corpo e allo scambio, il diritto di farci raggiungere il piacere restando nel sicuro legame con se stessi e con il/la partner. La passione sessuale, l’orgasmo, ci viene incontro e viene raggiunto quando la nostra base è rappresentata dall’autostima e dalla fiducia che questa esperienza è un regalo che possiamo permetterci.

Passione romantica e passione sessuale

La passione sessuale presuppone la costante capacità di avere empatia, la sensazione profonda di valere. Un importante dibattito viene fatto sulla passione romantica dell’inizio e la trasformazione in affettuosità nei rapporti che durano. Questo pensiero è solo convenzionale, anche se siamo consapevoli che nella relazione di coppia ci sono normali oscillazioni di intensità e brusche discontinuità, ma l’eccitazione e il godimento sessuale sono collegati alla qualità della relazione. L’intensità del godimento ha una progressiva qualità di rinnovamento che non dipende dalla ginnastica sessuale, ma dall’intuitiva capacità della coppia di intessere i nuovi bisogni e le nuove esperienze, di costruire un dialogo, aperto sui cambiamenti e i nuovi desideri, su quello che abbiamo visto e che ci ha dato risposte, che ha suscitato curiosità. Preservare l’empatia, la fiducia, saper gestire anche l’energia dei gesti di contatto, permette il mantenimento della passione sessuale.

Stop all'abitudine

Dobbiamo imparare a non accontentarci, a non stare in casa come compagni, come parenti, come amici e restare nelle diverse tipologie di relazioni, curiosi, attivi, capaci di sorprendere e di costruire. Quando non cerchiamo il piacere, l’intimità, quando non abbiamo il possesso dei sensi, non sappiamo proporre o chiedere cosa facilita il nostro piacere, le atmosfere, i modi, le parole, i momenti rubati, allora la scarsa eccitazione impedirà al piacere di raggiungerci e spingerci a desiderare di nuovo.