Pubertà sempre più precoce nei giovanissimi: le cause e i rischi per gli adolescenti

L’inquinamento ambientale, e di conseguenza degli alimenti, causa la pubertà precoce nei ragazzi. Parla l'endocrinologo

Pubertà sempre più precoce nei giovanissimi: le cause e i rischi per gli adolescenti
TiscaliNews

Se c’è una cosa che preoccupa i genitori degli adolescenti è l’arrivo di quella che viene chiamata età dello sviluppo ma da qualche decennio a questa parte le preoccupazioni sono diventate più consistenti. I motivi li spiega l’endocrinologo Vincenzo Toscano, Past President dell’Associazione Medici Endocrinologi e docente Consulcesi Club. "Negli ultimi 50 anni, la pubertà si è anticipata sempre di più. Ma quello a cui assistiamo è un trend iniziato il secolo scorso. Forse negli ultimi anni c’è stata una lieve accelerazione, ma molto modesta".

Una minaccia per le ghiandole endocrine

I motivi di questo fenomeno sono da ricercare principalmente nei "maggiori stimoli provenienti dal mondo esterno: si tratta – spiega l’endocrinologo – di un meccanismo che negli ultimi anni è stato messo in relazione con gli inquinanti ambientali (come quelli che si trovano nell’atmosfera, nell’acqua e negli alimenti), i quali hanno la capacità di stimolare in maniera precoce le ghiandole endocrine e, soprattutto, la funzione testicolare e ovarica".

Dove si matura prima

Ma quali sono i rischi per lo sviluppo? Secondo Toscano «se la pubertà continua ad avanzare e non c’è una spinta di crescita adeguata, l’altezza finale del ragazzo potrebbe risultare un po’ più bassa rispetto alla media della popolazione, la quale è comunque decisamente più alta rispetto al passato. L’handicap è legato al fatto che si verifica una variazione in rapporto alla secrezione ormonale relativa al pensiero, all’aggressività e a fattori che modificano lo stato psichico del soggetto, più che fisico. Anche l’esposizione alla luce del sole può influire: le bambine del Nord Europa hanno un menarca decisamente più tardivo rispetto a chi vive all’altezza dell’Equatore, dove la maturazione sessuale è molto più precoce, in quanto il sole condiziona le proteine di trasporto (sole-luce). Ovviamente – conclude l’endocrinologo –, tutto questo riguarda anche i maschi".