Dottor Pulcini: "Mal di schiena, cattiva postura e alimentazione: come sopravvivere al lavoro davanti al computer"

Per Federico Fellini e per Dino Risi lui è il Patch Adams italiano, il medico che cura con il sorriso. Videointervista al dottor Ivo Pulcini, traumatologo dello sport e specialista in scienze della nutrizione, che negli anni ha messo a punto un suo metodo a cavallo tra diverse discipline

Per Federico Fellini e per Dino Risi lui è il Patch Adams italiano, il medico che cura con il sorriso. Ma sono tante le definizioni che possono calzare a pennello al dottor Ivo Pulcini, cardiologo e traumatologo dello sport, che alla sua attività medica da anni ha affiancato anche un’importante attività di solidarietà creando la onlus “Un cuore per tutti Tutti per un cuore”, che per anni insieme con Fabrizio Frizzi e tanti altri personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo ha organizzato un Gran Galà di beneficienza per raccogliere fondi a favore dei bambini cardiopatici che vivono nelle aree più sfortunate del pianeta, a cominciare dalla Siria. Non solo. Pulcini è una vera star anche nel mondo del collezionismo di moto e auto d’epoca: tra i suoi gioielli” ad esempio c’è la Vespa di “Vacanze Romane”. Sì, proprio la 125 con il faro basso sulla quale scorrazzavano per le strade del centro storico di Roma Audrey Hepburn e Gregory Peck. E che lui chiama "la mia principessa". Sua anche la motocicletta targata “1 Roma” appartenuta a Benito Mussolini, così come la Ferrari dei Reali di Spagna.

 

Pulcini, che è anche specializzato in scienze dell’Alimentazione e che è anche medico della Federazione italiana hockey e pattinaggio oltre che direttore sportivo della Lazio Calcio e presidente della commissione scientifica nazionale del Fair Play, negli anni ha messo a punto un suo metodo che sta a cavallo tra la chiropratica e l’osteopatia, ma che unisce anche tecniche orientali; un metodo fatto di particolari manovre e di esercizi posturali che servono a curare e correggere fastidi e patologie dovuti proprio alla postura sbagliata e a cattive abitudini. In questa videointervista concessa a Tiscali.it gli abbiamo chiesto qualche consiglio per prevenire e curare laddove è possibile i dolori osteoarticolari così comuni in questi tempi di smart working: la corretta postura da tenere davanti al computer, ma anche quale materasso scegliere  e che tipo di alimentazione preferire in una vita piuttosto sedentaria alla quale la pandemia costringe un po’ tutti.