Ricostruire la propria storia sessuale per vivere serenamente il piacere

Ricostruire la propria storia sessuale per vivere serenamente il piacere

Nella consultazione sessuologica la storia familiare viene raccolta nella seduta individuale . Nel genogramma  familiare e sessuale (storia della famiglia e storia dell’educazione sessuale) cerchiamo di capire le eventuali cause del sintomo sessuale portato in consultazione. Partire dall’infanzia ci  permette di avere notizie sulla costruzione degli atteggiamenti e dei comportamenti rispetto all’intimità, alle sensazioni sessuali e lo stile con cui siamo stati accompagnati rispetto alle scoperte del piacere corporeo da parte dei genitori o dei parenti in genere.

Possiamo ricordare chi in famiglia ci ha inibito nelle nostre scoperte sessuali e sappiamo che in  genere le proibizioni semplici, senza astio o giudizio, non determinano problematiche sessuali, mentre essere sottoposti alla vergogna o al  disprezzo crea problemi sessuali nel corso dello sviluppo. E’ utile che i genitori insegnino il concetto di privato che sarà importante anche nella adolescenza soprattutto oggi  che ragazzi e ragazze inviano immagini con scopi erotici e sessuali, con esposizioni precoci e pericolose.

Il ruolo della famiglia

Ripercorrere la storia familiare ci aiuta a prendere contatto con la nostra immagine della coppia dei genitori, del loro modo di esprimere sentimenti, dei loro comportamenti stereotipi o positivi e di cosa hanno cercato di consegnarci per farci crescere con rispetto e autostima nella dimensione della sessualità. I lutti, i traumi in genere si legano alle storie familiari, compresi i gravi episodi di molestie sessuali e abusi. Infanzia e adolescenza possono essere stati vissuti con sentimenti diversi: se la storia delle  scoperte sessuali, ha avuto in infanzia un percorso sereno, possiamo temere i problemi che spesso arrivano quando il corpo prende le forme di uomo e di donna e quando il sesso ha un motore ormonale intenso.

L'adolescenza

Esiste in adolescenza il desiderio di lasciarsi andare alle emozioni forti, a conoscere il linguaggio del corpo, a provare desiderio fisico e sessuale che si indirizza verso soggetti che sono scelti per attrazione o perché ci seducono e ci fanno sentire al centro della scena.  L’autoerotismo, le fantasie sessuali, le prime esperienze, la pornografia, il confronto tra pari, le narrazioni del sesso agito dai coetanei, ci guidano a cercare esperienze che possono essere buone o cattive  e lasceranno tracce nella nostra storia. La storia dopo l’adolescenza, il tipo di partner scelti, la modalità sessuale preferita, le molte o le poche esperienze,  devono essere presenti nella nostra mente per creare una traccia sui comportamenti ripetuti e per limitare gli errori o per  cambiare alcuni comportamenti. Nella traccia della nostra storia sessuale mettiamo anche gusti e desideri  che possono essere rimasti uguali o cambiati nel tempo.

I partner

I partner che ci hanno segnato possono avere lasciato una impronta che non si è cancellata e renderci prigionieri rispetto ad altre esperienze. Proporre che sia scritta la propria storia sessuale è un modo di avere traccia di ciò che è successo e di quello che possiamo cambiare o ritrovare. La cosa bella della consultazione sessuologica è la possibilità di rendere chiaro il nostro cammino delle scoperte e delle esperienze per avere la possibilità di costruire un diverso modello sessuale che ci permetta di rompere lo stallo e di metterci in moto in maniera intelligente verso il piacere sessuale, da ritrovare e da costruire per la prima volta