Alimenti con poche calorie: ecco quali non devono mancare a tavola

Gustosi, salutari e con un basso apporto calorico, esistono cibi che saziano facendoci rimanere leggeri

 

Per chi vuole sentirsi leggero, per chi è a dieta, per chi ha bisogno di disintossicarsi dopo giorni di pasti abbondanti o per chi ama alimenti salutari: il segreto a tavola sta nei cibi naturalmente light, che permettono di rimanere in forma e fanno bene alla salute, senza rinunciare al gusto.

Cavolfiori e asparagi

I cavolfiori sono un concentrato di benessere, a fronte di sole 25 calorie per 100 grammi. Questa verdura vanta alti livelli di minerali (in primis il potassio), acido folico, fibre, calcio, ferro, fosforo e vitamina C. Mangiare il cavolfiore aiuta contrasta l’ipertensione e contribuisce a rafforzare le funzioni mentali. Inoltre, apporta benefici alla salute delle ossa ed ha proprietà depurative, rimineralizzanti e di rigenerazione dei tessuti.

Gli asparagi, invece, sono costituiti per la maggior parte d’acqua e contengono circa 20 calorie ogni 100 grammi. Stimolano la diuresi e sono tra gli ortaggi più ricchi di fibre, il che contribuisce al buon funzionamento dell’intestino e a tenere sotto controllo i livelli di zuccheri nel sangue, quindi sono indicati anche per i diabetici e per chi ha deve far abbassare il livello di colesterolo. Gli asparagi contengono anche un buon quantitativo di proteine con un’alta presenza di asparagina, un aminoacido che aiuta i reni a lavorare correttamente.

 

Zucchine e funghi

Queste verdure hanno un apporto calorico bassissimo, circa 11 calorie ogni 100 grammi. Nessuna magia, tutto dipende dal loro elevato contenuto d’acqua che le rende idratanti e rimineralizzanti, grazie anche ai sali minerali (potassio, ferro, rame, magnesio, fosforo, sodio, zinco). Le zucchine abbondano poi  di vitamina A, importante per pelle e occhi, di vitamine del gruppo B e di vitamina C, essenziali per rafforzare il sistema immunitario e per l’assorbimento del ferro.

 

Cetrioli e sedano

Cetrioli e sedano si trovano spesso insieme come ingredienti base nelle insalate miste perché contribuiscono ad arricchirne il sapore, ma sono buoni anche da soli. Il sedano ha 16 per ogni 100 grammi ed è ottimo sia da sgranocchiare sia per insaporire le ricette di piatti freddi e caldi. Vanta rilevanti quantità di potassio, magnesio, fosforo, calcio, vitamine C, K e del gruppo B. Da non sottovalutare, poi, la presenza di luteina, una sostanza di origine naturale, nota per il suo potere antiossidante.

Il cetriolo ha i principali nutrienti concentrati nella buccia, che quindi i non deve essere buttata via. Contiene circa il 90% di acqua ed è ricco di sodio, ottimo per favorire l’equilibrio del sistema nervoso e dell’acqua nel corpo. È molto anche benefico per la pelle, dona idratazione ed elasticità, infatti gli impacchi di polpa sul viso sono efficaci contro le pelli secche.

Frutta

Rispetto alla verdura la frutta è più calorica, eccezion fatta per alcuni agrumi, per le fragole e le mele. Limoni e arance sono ricchissimi d’acqua, i primi contengono 29 calorie ogni 100 grammi, mentre le arance 45. Hanno dalla loro l’alta presenza di vitamina C, che ha molte proprietà, tra cui quella di contribuire all’assorbimento del ferro, perciò qualche goccia di succo di limone o arancia spremuta sulle pietanze più ricche in ferro aiuta l’assorbimento.
Le fragole hanno appena 27 calorie per 100 grammi e sono anche un concentrato di benefici: attivano il metabolismo, contrastano la cellulite, prevengono l’ipertensione e l’invecchiamento. Tra l’altro sono ricche di fibre e contengono pochi zuccheri, quindi semaforo verde per i diabetici e per chi deve seguire un regime dietetico ipocalorico e a chi soffre di stipsi. Non da ultimo, sono un’ottima fonte di vitamina C, cinque fragole contengono una quantità di vitamina C pari a quella di un'arancia.
Le mele sono un po’ più caloriche: circa 52 calorie per 100 grammi, ma il basso apporto di grassi e sodio le rende ideali per la salute del sistema cardiovascolare. Vantano  la pectina, contenuta nella buccia, che aiuta a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue e a normalizzare quelli di zuccheri e di insulina. Non a caso il detto recita “una mela al giorno toglie il medico di torno”.