La colazione dei vip: bocciati e promossi a tavola

Dal tè e bacon di Lady Gaga alle patatine di Fedez alle crostatine di Caterina Balivo: un nutrizionista giudica le colazioni dei vip grazie a Instagram

di Stefania Elena Carnemolla - Giornalista pubblicista   -   Twitter

Dal Déjeuner sur l’herbe, celebre dipinto del pittore francese Édouard Manet, alla colazione su Instagram dei vip secondo la moda social, con l’imperversare di scatti di ciò che si mangia. Se c’è chi invita gli Instagram addicted a segnarsi i nomi di locali di grido dove fare colazione, naturalmente per fotografarla e condividerla con i propri follower, non mancano i corsi, fiutato il momento, che insegnano a fotografare solo ed esclusivamente la prima colazione.   

Édouard_Manet, Le_Déjeuner sur l’herbe © Wikipedia

La corsa dei vip a pubblicare su un social come Instagram la loro prima colazione ha suggerito ai nutrizionisti di valutarne pro e contro. In poche parole: davvero le colazioni vip sono tutte da imitare? In tempi di emulazione, complici i social, la domanda è d’obbligo. L’idea, con gli scatti di Instagram e commenti del professor Luca Piretta, medico, gastroenterologo e nutrizioninsta del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico di Roma, è di una campagna sulla promozione della prima colazione sostenuta da Unione Italiana Food.

Karlie Kloss una colazione a tutta energia

Per il professor Piretta una colazione da copiare è quella di Karlie Kloss, supermodella e blogger statunitense, tra i volti simbolo di un famoso marchio Usa di abbigliamento femminile, in particolare di capi di lingerie. Nonostante un occhio alla linea, la colazione esibita su Instagram da Karlie Kloss, tra pane, cornetti, dolci, frutta, cereali e spremuta, è un inno al pasto più importante della giornata. Un esempio di colazione promosso a pieni voti perché, spiega il professor Piretta, “offre i nutrienti energetici necessari allo svolgimento delle azioni nel corso della giornata” grazie, in particolare, ai carboidrati, la “benzina pulita” dell’organismo. Il segreto è, comunque, nel giusto mix tra zuccheri semplici, spiega ancora il professor Piretta, “meglio se arrivano dalla frutta, ma anche da qualche biscotto, crostata, ciambellone o altri prodotti da forno”, e zuccheri complessi per “garantire energia nel breve e lungo periodo”.

Colazione di Karlie Kloss © Karlie Kloss via Instagram

Colazione alla francese per Eva Longoria

L’attrice statunitense di origini messicane Eva Longoria, celebre per il suo ruolo di Gabrielle Solis nella serie tv Desperate Housewives, a colazione ama il genere relax, come testimoniato da un suo scatto su una colazione alla francese con caffè lungo e “sontuosi” croissant. Guardi i croissant e pensi al burro. “Un po’ di burro non è certo un problema e qualche mattina possiamo scegliere un cornetto, da alternare con altri prodotti, come delle fette biscottate, dei biscotti, dei cereali da prima colazione o del muesli” spiega il professor Piretta, che consiglia, comunque, anche il latte o suoi derivati, come lo yogurth, grazie alle proteine e ai grassi “utili a stimolare il senso di sazietà”, nonché al fosforo e al calcio. Un tocco in più, grazie a fibre,vitamine, sali minerali, antiossidanti e acqua, lo daranno, invece, una macedonia o un frutto fresco. 

Colazione di Eva Longoria © Eva Longoria via Instagram

Crostatina e cappuccino per Caterina Balivo

La condutrice televisiva ed ex modella italiana Caterina Balivo ama il classico, per lei crostatina e cappuccino. Un classico da imitare, per il professor Piretta, con la crostatina, disponibile in tante farciture, ideale grazie ai carboidrati per lo sprint del mattino. Senza dimenticare i falsi miti sul cappuccino, un classico della colazione all’italiana: “Le affermazioni relative alla indigeribilità del tannato di caseina, che si forma unendo la caseina del latte con i tannini del caffè, sono prive di evidenza scientifica, e a parte poche persone, non c’è alcun motivo per privarsi di tale bevanda” spiega il professor Piretta, che consiglia d’integrare il menu con un frutto o una spremuta.   

Colazione di Caterina Balivo © Caterina Balivo via Instagram

Filippa Lagerbäck una colazione a pieni voti

Colazione da 10 lode quella di Filippa Lagerbäck, conduttrice televisiva, showgirl ed ex modella svedese naturalizzata italiana. Sulla sua tavola una colazione ricca ma con ingredienti sempici: spremuta, cappuccino e biscotti. Una colazione adatta per giornate a tutto sprint, commenta il professor Piretta. Mossa vincente della colazione di Filippa Lagerback la frutta della spremuta: “Portare in tavola delle spremute, oppure scegliere le più modaiole centrifughe o estratti possono attirare di più i giovani, abitualmente meno inclini al consumo della frutta e quindi più in difficoltà a portare a casa la mission delle 5 porzioni giornaliere tra frutta e verdura”. Per chi necessita di più fibra, il consiglio è di consumare le centrifughe, mentre gli estratti sono “più adatti” per chi soffre di pancia gonfia.

Colazione di Filippa Lagerbäck © Filippa Lagerbäck via Instagram

Colazione romantica per Alessia Marcuzzi

La conduttrice televisiva, attrice ed ex modella italiana Alessia Marcuzzi ha presentato la sua ideale colazione: a letto con tè, caffè, biscotti e fetta di dolce. Un’idea da copiare, per il professor Piretta, per ritrovare un momento di intimità e anche grazie ai carboidrati, fondamentali in particolare al mattino. Promossi, in quest’ottica, anche pane, fette biscottate, prodotti da forno e cereali da prima colazione che, continua il professor Piretta, oltre ad apportare zuccheri a lento rilascio che danno energia per tutta la mattina” hanno “un effetto gratificante, aspetto da non trascurare per una colazione a due”. Per arricchire il menu, consiglia ancora il professor Piretta, aggiungere del latte, fonte di proteine e sali minerali, e frutti di bosco, noti per i loro benefici sulla microcircolazione grazie al loro potere vasodilatatorio.

Colazione di Alessia Marcuzzi © Alessia Marcuzzi via Instagram

Smoothie per Drew Barrymore e Rosie Huntington Whiteley  

Dalla scodella calda di verdure di Madonna ai broccoli crudi di Katie Holmes allo smoothie di verdure dell’attrice statunitense Drew Barrymore. Se consumare verdure non è un delitto, mangiare a colazione solo verdure non è sufficiente.

Colazione di Drew Barrymore © Drew Barrymore via Instagram

Amante dei soli smoothie è anche la supermodella e attrice britannica Rosie Huntington Whiteley. Un pasto “troppo scarno” che non riuscirà a garantire il 20- 25% delle calorie giornaliere che una prima colazione dovrebbe, invece, fornire: “Un semplice frullato” spiega, infatti, il professor Piretta “può non bastare e obbligherà l’organismo alla ricerca di cibo durante tutta la giornata. La prima colazione, secondo gli studi di cronobiologia, è il pasto sincronizzatore dei nostri orologi biologici perché si verifica dopo il digiuno più lungo della giornata, è necessario, dunque, incentivare l’assunzione di alimenti ricchi di nutrienti ed energia”.

Colazione di Rosie Huntington Whiteley © Rosie Huntington Whiteley via Instagram

Le uova strapazzate di Maisie Williams e l’avocado di Jamie Oliver

L’attrice britannica Maisie Williams, famosa per il suo ruolo di Arya Stark nella serie tv Il Trono di Spade, da buona cittadina d’Oltremanica, predilige toast con uova strapazzate, caffellatte e sale, nel suo scatto su Instagram immortalato in bella vista. Un colazione troppo salata, da pollice verso per il professor Piretta, che ricorda l’ennesimo studio sui rischi legati a una dieta ricca di sodio: “È possibile alternare, secondo i propri gusti, la classica colazione dolce a cibi salati, contemplando anche le uova strapazzate, ma evitate cibi eccessivamente salati e non aggiungetebe dell’altro. Ricordate poi l’apporto di frutta, totalmente assente, in questo menu”.

Colazione di Maisie Williams © Maisie Williams via Instagram

Per chi non riesce a rinunciare al salato, la proposta è d’imitare la colazione dello chef britannico Jamie Oliver a base di toast con avocado, uovo in camicia e peperoncino, una “colazione stravagante” e tuttavia promossa dal professor Piretta grazie a carboidrati, vitamine e allo sfizioso peperoncino.  

Colazione di Jamie Oliver © Jamie Oliver via Instagram

Le patatine fritte di Fedez

Bocciatura in pieno per la colazione tutta hamburger e patatine fritte del rapper italiano Fedez, che in viaggio negli Usa ha esibito sul suo profilo Instagram quanto di più lontano da un pasto salutare, a colazione, per giunta: “Al mattino l’organismo riesce a sfruttare meglio i nutrienti provenienti dall’apporto di carboidrati provenienti dai cereali e dalla frutta, specialmente se abbinati al latte o derivati, mentre proteine e grassi possono arrivare in altri momenti della giornata, ma sempre accompagnati da una porzione di frutta e verdura” commenta il professor Piretta. E per chi proprio non riesce a rinunciare all’hamburger, meglio se consumato in ben altro momento della giornata, possibilmente senza patatine fritte, bomba di sale e di grassi, conclude il nutrizionista e il gastroenterologo.

Colazione di Fedez © Fedez via Instagram

La fetta di bacon (e il tè) di Lady Gaga

Eccentrica la colazione della cantante e attrice statunitense Lady Gaga, che su Instagram ha pubblicato uno scatto con il suo ideale di colazione: una fetta di bacon e tè alla cannella. Per il professor Piretta una colazione “senza senso” tutta grassi saturi e povera di calorie e nutrienti. Il nutrizionista e gastroenterologo prova, così, a lanciare una ciambella di salvataggo all’artista: “Bisognerebbe almeno abbinare un paio di fette di pane tostato, uno yogurt e una bella coppa di frutti di bosco o un estratto di zenzero e melograno per fare il pieno di antiossidanti al fine di tamponare i grassi saturi del bacon. Il tè è una bevanda ricca di antiossidanti, in particolare il tè verde, con le sue catechine e quindi può tranquillamente far parte di una sana colazione ma è meglio unirlo a cereali e frutta”.

Colazione di Lady Gaga © Lady Gaga via Instagram

Pancake all’americana per Elisabetta Gregoraci

La showgirl, ex modella e conduttrice televisiva italiana Elisabetta Gregoraci ama i pancake, moda culinaria importata dagli Stati Uniti, parliamo delle “focaccine dolci lievitate” consumate in particolare con sciroppo d’acero ma anche con marmellata o creme spalmabili. Che ne pensa il nutrizionista?Può essere una scelta nelle giornate in cui prevediamo un’intensa attività sportiva “ commenta il professor Piretta. “Il rischio di questa colazione è eccedere con le calorie soprattutto se si abbonda con lo sciroppo d’acero, con il quale si abbinano nella versione classica” conclude.

Colazione di Elisabetta Gregoraci © Elisabetta Gregoraci via Instagram

Abbiamo parlato di:

Policlinico Universitario Campus Bio-Medico Website

Unione Italiana Food Website