Milleunadonna

Come accelerare il metabolismo con diete, cibi, attività fisica e integratori

Consigli per risvegliare il metabolismo e perdere qualche chilo senza stress. Le leve vanno dall’alimentazione equilibrata e non eccessiva ad alcuni cibi ad hoc, senza tralasciare il movimento quotidiano e alcuni principi attivi naturali capaci di contribuire alla causa

Come accelerare il metabolismo con diete, cibi, attività fisica e integratori

“Ho un metabolismo lento, per questo ingrasso facilmente”. Quante volte è capitato di sentire frasi del genere. No, non sono scuse per giustificare i chili di troppo ma hanno un fondo di verità. Più il metabolismo basale lavora a rilento e più le energie bruciate saranno inferiori rispetto a quelle introdotte nell'organismo. Purtroppo le calorie non bruciate si trasformano in grasso quindi si tenderà ad aumentare di peso, a differenza invece di chi può contare su un metabolismo "veloce" che brucerà le energie in maniera efficiente. Per fortuna si può intervenire per invertire il trend con l’alimentazione, il movimento e l’integrazione di alcuni principi attivi.

Cos'è il metabolismo

Tutti vorremmo che il nostro metabolismo funzionasse al meglio. Si tratta dell’insieme dei processi biochimici che trasformano in energia le calorie assunte con l’alimentazione perché l’organismo riceve i nutrienti e li utilizza a seconda delle necessità. In ciò entrano poi in gioco anche altri fattori, come la genetica, l’età, lo stile di vita, il livello di allenamento fisico e la corporeità. Una persona in sovrappeso, ad esempio, consuma meno di una normopeso perché potrebbe avere, oltre a una forte riserva di grasso, scarsa massa muscolare. Di contro, la massa muscolare di chi è allenato è maggiore e dunque richiede più energia, senza trascurare che l’attività fisica tiene un po’ più attivo il metabolismo.
Quando bruciamo energia? Durante il movimento, ma anche a riposo per far funzionare tutte le funzioni vitali, in quest’ultimo caso si parla di metabolismo basale, che è maggiore negli uomini rispetto alle donne, ma tende a diminuire con l'avanzare dell'età.

Come accelerare il metabolismo

È possibile velocizzare il metabolismo con una sana alimentazione, dell’attività fisica adeguata e il giusto riposo.
In primis l’alimentazione: vanno prediletti cibi sani, pasti che contengano una giusta quota di proteine, di carboidrati, non facendo mancare mai frutta e verdura. Il metabolismo infatti lavora a seconda di ciò che mangiamo. Se non introduciamo proteine a sufficienza ma tanti carboidrati e grassi, non sarà possibile avere una giusta componente muscolare e il metabolismo trasformerà in grassi i carboidrati in eccesso.
Da evitare le abbuffate, al contrario meglio mangiare poco e spesso, possibilmente consumando 5 pasti al giorno: colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena. In questo modo il metabolismo lavorerà più intensamente e non si arriverà affamati ai pasti principali. Molto importante è bere almeno un litro e mezzo di acqua perché se il corpo non è idratato in modo adeguato il metabolismo rallenta.
Mai tralasciare l’attività fisica quotidiana: la continuità ha un’azione di modulazione metabolica. Tra gli sport più indicati troviamo le attività di tipo aerobico come corsa, cyclette, spinning, nuoto che aiutano a bruciare i grassi oltre a tonificare i muscoli. Chi preferisce attività più soft di tipo anaerobico, potrà optare per pilates o yoga. Infine, coloro che non hanno tempo di fare sport devono ingegnarsi camminando e stando in piedi tutte le volte che è possibile. Ad esempio, salendo le scale al posto di prendere l’ascensore, facendo le pause lavorative in piedi, andando a piedi o prendendo la bici per gli spostamenti, scendendo alla fermata prima per fare un pezzo camminando e così via. Anche dormire bene aiuterà a mantenere attivo il metabolismo, ma servono almeno 7 ore per notte su un materasso comodo e in perfetta oscurità.

Cibi amici

Sono molti i cibi che accelerano il metabolismo e tutti hanno in comune l’essere super salutari. La vitamina C contenuta negli agrumi regolarizza il metabolismo e contribuisce alla depurazione dai grassi in eccesso. Altro frutto nobile è la mela, che consumata prima dei pasti favorisce il senso di sazietà e facilita diuresi e regolarità intestinale. Sul fronte delle verdure, i broccoli hanno una potente azione depurativa, sono ricchi di fibre vegetali, di vitamine C, K ed A, e di calcio, uno degli elementi che più contribuisce ad attivare il metabolismo. Il ravanello è un ottimo alimento per disintossicare il fegato e contribuisce a regolarizzare e stimolare il metabolismo. Il sedano rapa è un tubero ricchissimo di fibre che lo rendono ottimo da inserire in una dieta equilibrata per accelerare il metabolismo e quindi dimagrire. Anche le alghe, diffuse nella cucina orientale e solo di recente introdotte in quella occidentale, hanno proprietà nobili. Tra le più usate la spirulina e l’alga wakame. La prima contiene aminoacidi essenziali che accelerano il metabolismo e producono un maggiore senso di sazietà, mentre l’alga wakame grazie al suo alto contenuto di calcio contribuisce a stimolare il metabolismo.

Aiuti dalla natura

Alcuni rimedi naturali aiutano ad accelerare il metabolismo, sia sotto forma di tisane e infusi sia di integratori. Tra le più efficaci spiccano: lo zenzero, dalle proprietà antinfiammatorie, da abbinare al limone che stimola il metabolismo e favorisce la digestione e l'assimilazione delle sostanze nutritive; il tè verde che contiene molte sostanze brucia grassi; l’erba medica, ricca di vitamine e minerali, agisce sul metabolismo del glucosio;  il guaranà che favorisce il metabolismo dei grassi e rinforza il sistema immunitario; gommoresina di guggul, che favorisce il metabolismo dei lipidi e l'equilibrio del peso corporeo, il carciofo, che favorisce la funzione epatica, la funzione digestiva, il metabolismo dei lipidi; la cannella che favorisce il metabolismo dei carboidrati; il fico d'india che favorisce l'equilibrio del peso corporeo e la modulazione e limitazione dell'assorbimento dei nutrienti.
Affidarsi solo a questi principi attivi senza fare attività fisica e senza puntare una sana alimentazione non servirà a nulla, ma bisogna agire su tutti i fronti.