Curare i malanni invernali con i rimedi naturali

Un buon abbigliamento, la giusta alimentazione ma anche qualche buon rimedio naturale per affrontare al meglio la stagione fredda

Inverno, cosa fare contro il freddo che causa così tanti disagi? I disturbi sono ben noti: irritazioni cutanee, problemi muscolo-scheletrici, geloni, congelamento degli arti, lesioni, traumi, ipotermia.

ABBIGLIAMENTO, COSMETICI, ACCESSORI

Primo passo per difendersi dal freddo è il giusto abbigliamento. Il Ministero della Salute consiglia, ad esempio, di indossare abiti comodi e a più strati questo perché l’aria presente fra uno strato e l’altro aiuta a non disperdere il calore corporeo. In caso di vento, pioggia, neve aiuteranno giacche specidiche per le singole intemperie, nonché  impermeabili. Importanti anche guanti, cappello e sciarpa con cui coprire naso e bocca per difendersi dalle infezioni respiratorie e non disperdere il calore corporeo. Anche la scelta delle scarpe è importante: in caso di tempo secco optare per scarpe o stivali in tessuto di peluche, diversamente, in caso, cioè, di tempo umido indossare scarpe impermeabili con suola antiscivolo. Per proteggere la pelle che con il freddo rischia di seccarsi e irritarsi, ricorda ancora il Ministero della Salute, una soluzione sono i balsami per le labbra e le classiche creme idratanti, in particolare a base di acidi della frutta.

SOLUZIONI AL MIELE

Se un ruolo contro il freddo lo gioca anche la giusta alimentazione, un’altra soluzione sono i rimedi naturali. Un classico è il miele, che ha proprietà antibiotiche e antinfiammatorie, oltre ad essere un energizzante naturale. Contro i primi sintormi del raffreddore l’Antica Farmacia Sant’Anna dei Frati Carmelitani Scalzi di Genova consiglia, ad esempio, una tazza di miele millefiori grezzo in acqua bollente mescolato a curcuma e cannella in polvere. Contro il mal di gola e tosse secca è, invece, indicato il miele di acacia dalle proprietà sedative; contro la tosse grassa il miele di tiglio dal potere emolliente, mucolitico e antinfiammatorio. Contro la tosse grassa e perdita di voce, così l’antica farmacia genovese, si può provare il miele balsamico con oli essenziali di menta piperita, eucalipto, pino mugo, timo bianco, una miscela antisettica delle vie respiratorie, che aiuterà a sedare la tosse, favorendo l’espettorazione.

ECHINACEA, SAMBUCO, VAPORI BALSAMICI

Contro il raffreddore, così l’Antica Farmacia Sant’Anna, un classico è l’echinacea, ad esempio in tintura o come estratto,  importante per il sistema immunitario; contro la febbre i fiori di sambuco come infuso o in tintura madre. Per facilitare il respir aiuteranno, invece, fumenti con erbe antisettiche e balsamiche come eucalipto, gemme di pino, mirto, lavanda, aggiungendo una manciata di erbe in un litro di acqua bollente e inspirando i vapori coprendo la testa con un asciugamano.

RICETTE AL LIMONE

In caso di bronchite una soluzione è, ad esempio, il limone, con cui preparare un olio o uno sciroppo. Per la preparazione dell’olio secondo la ricetta dell’Antica Farmacia Sant’Anna emulsionare 100 ml di olio extravergine di oliva e 100 ml di succo fresco di limone in una bottiglia, consumando un cucchiaino di caffè della miscela ogni ora. Per la preparazione, invece, dello sciroppo, indicato, in particolare, contro la tosse persistente: “Scaldare una pentola d’acqua con 2 limoni interi a Spremere i limoni caldi, miscelando al succo 3 cucchiai di glicerina e 200 grammi di miele”.

GARGARISMI

Indicata contro le malattie da raffreddamento per le sue proprietà immunostimolanti, antisettiche, rimineralizzanti è la rosa canina, ad esempio in decotto insieme a miele, fiori di sambuco, cannella e succo di limone. Contro il mal di gola e la raucedine l’antica farmacia genovese consiglia, ad esempio, i gargarismi alla pervinca dopo aver fatto bollire 50 g di foglie secche in 1 litro d’acqua, averle filtrate e addolcite con miele o i gargarismi al ribes nero dopo aver pestato nel mortaio una manciata di frutti, quindi strizzati con una garza. Un altro rimedio è l’infuso di finocchio selvatico o alla rosa rossa – con l’infuso di rosa si possono fare anche sciacqui e gargarismi.

BAGNO CALDO ALLE ERBE BALSAMICHE

Fra gli altri rimedi fitoterapici contro le malattie da raffreddamento la casa farmaceutica Angelini ricorda l’uncaria tomentosa, una radice con benefici sulle difese immunitarie, la propoli, l’estratto di salice, ad esempio contro tosse e raffreddore, la malva, la piantaggine e l’altea per le loro proprietà emollienti, la liquirizia contro la tosse grassa. Per trarre benefici dalle piante balsamiche Angelini consiglia, ad esempio, un bagno caldo dove sciogliere pino, lavanda, timo, eucalipto, piante con benefici per la pelle e l’apparato respiratorio. Per il resto in caso di febbre, consiglia sempre Angelini, oltre a un buon riposo aiuteranno una tisana all’essenza di cannella per stimolare circolazione e respiro; contro il raffreddore succo di cipolla dalle proprietà diuretiche, antireumatiche e antisettiche delle vie respiratorie; contro il mal di gola per le loro proprietà antisettiche e antinfiammatorie gargarismi con decotto di equiseto, fiori di arnica e fieno greco; contro laringiti e faringiti, infine, un decotto di erisimo.

Effetti del freddo sulla salute © Ministero della Salute

ABBIAMO PARLATO DI

Ministero della Salute Website | Twitter | Facebook | Instagram | YouTube | LinkedIn

La giusta alimentazione per l’inverno per combattere il freddo a tavola Articolo Tiscali Milleunadonna

Antica Farmacia Sant’Anna dei Frati Carmelitani Scalzi Website | Twitter | Facebook | Instagram | Pinterest | YouTube

Angelini Website | Twitter | Facebook | Instagram | YouTube | LinkedIn