Come curare le unghie e cosa evitare di fare per non danneggiarle nel quotidiano

Pedicure, manicure e uso di prodotti rinforzanti aiutano a mantenere in salute le unghie di mani e piedi, molto esposte soprattutto durante la bella stagione. I consigli da mettere in pratica.

Come curare le unghie e cosa evitare di fare per non danneggiarle nel quotidiano

Tempo di estate, di uscite all’aria aperta, di voglia di benessere e di bellezza. Le unghie di mani e piedi non possono rimanere indietro in questo “periodo risorgimentale” post quarantena, ma attenzione a non danneggiarle con prodotti aggressivi o tagli azzardati. Il consiglio è di seguire manicure e pedicure con regolarità, stando attente a non trascurarne il benessere, giorno dopo giorno.

Problematiche delle unghie

Le unghie in buona salute appaiono di un colore rosato, sono forti e brillanti, in caso contrario possono assumere una tonalità giallastra e sfaldarsi. Tra i nemici spiccano sia i detergenti aggressivi per le pulizie sia i solventi per smalto, che a lungo andare le rendono fragili e prive di elasticità, soprattutto dopo i 50 anni.
Anche l’abitudine a mangiarsi le unghie non è salutare e comporta di frequente lo svilupparsi di episodi di “giradito” (perionissi acuta) perché le piccole ferite che si creano, generano un’infezione localizzata causata da batteri. Ma non finisce qui. Come problematica usuale a cui è soggetta l’unghia c’è anche la nascita di infezioni fungine dell’unghia, soprattutto per quelle dei piedi, per lo più dovute a ipersudorazione, uso di calzature strette e camminate a piedi scalzi in luoghi poco igienici.

I rimedi contro le unghie fragili

Se non sono collegate a problemi di salute, le unghie fragili migliorano con pomate e lozioni a base di oli vegetali naturali, che le rendono più morbide e idratate, e con integratori per rafforzarle, a base di biotina (vitamina H appartenente al complesso delle vitamine B, anche detta vitamina B8) da prendere dietro consulto medico. Può essere di aiuto, inoltre, indossare i guanti prima di immergere le mani nell’acqua, evitare di tenere le unghie troppo tempo in acqua ed evitare di applicare di continuo smalti.

Piedi in salute

I nostri piedi hanno bisogno di coccole, a partire da una buona pedicure. “Questo trattamento, se effettuato con regolarità, serve a mantenere in salute piedi e unghie perché elimina eventuali inestetismi, quali ispessimenti, callosità e pelle ruvida e contribuisce alla cura delle unghie, anche da un punto di vista estetico. Si può rincorrere alla pedicure curativa, se si ha bisogno di migliorare l’aspetto visivo del proprio piede e nello stesso tempo curare alcune problematiche come, ad esempio, gli ispessimenti della parte della pelle più superficiale; la pedicure estetica è per lo più indicata per soddisfare le esigenze dei piedi e delle unghie femminili che soprattutto d’estate sono esposti e devono essere lisci, morbidi e belli”, spiega Raffaella Stracqualursi, estetista.
La pedicure estetica si può fare anche in casa. Come? Togliete lo smalto con del solvente, mettete per dieci minuti in ammollo i piedi in una bacinella con acqua tiepida, bicarbonato e un paio di gocce di olio essenziale di timo o albero del tè, asciugate con un panno pulito e procedete. Per prima cosa, passate la pietra pomice, oppure la spatolina per i piedi, eseguendo movimenti leggeri così da levigare la pelle con delicatezza, dopo di che tagliate le unghie con la tronchesina o con le forbicine, senza andare troppo in profondità. Infine, applicate prima un base cost rinforzante e poi lo smalto, magari utilizzando i distanziatori appositi per dita, per evitare di fare pasticci. 

Mani in salute

La manicure estetica si associa spesso al “fare le unghie” o al mettere lo smalto. In realtà è un vero e proprio trattamento di cura e benessere, che mantiene in ordine e curate le unghie, abbellisce la pelle della mano, elimina le cuticole, accorcia e armonizza la forma e la lunghezza delle unghie, anche se per ottenere il massimo beneficio la manicure va svolta periodicamente e con prodotti professionali.
Per una buona manicure sono indispensabili le soluzioni disinfettanti, i pad di tessuto non tessuto, il solvente per rimuovere lo smalto, le lime, gli spingicuticole, un tronchesino con lame di precisione e poi ancora crema mani idratante, olio per cuticole ed olio rinforzante, smalti trasparenti, una vaschetta per manicure e cuscino poggia mani”, osserva Stracqualursi.

L’ideale è andare in un centro estetico, ma se avete manualità potete fare la manicure anche a casa. Iniziate con il rimuovere lo smalto con il solvente, poi immergetele in una bacinella con acqua tiepida e un cucchiaio di amido di riso, trascorsi 10 minuti asciugate con un asciugamano e procedete con gli step successivi. Partite dalla rimozione delle cuticole, massaggiando qualche goccia di olio di oliva sulla radice e poi con un bastoncino d'arancio, spingetele delicatamente verso la pelle, in caso siano resistenti, meglio utilizzare il taglia cuticole per rimuoverle. Subito dopo, date una forma all'unghia, ricorrendo a una lima da utilizzare sempre nello stesso verso per non indebolire l'unghia. Infine, applicate sulle unghie un base coat rinforzante e per ultimo lo smalto.

Il colore dello smalto non è per sempre

Smalti, gel e semipermanenti danno sì un tocco di colore alle unghie di mani e piedi, ma non sono privi di effetti secondari. Per salvaguardare la salute delle unghie bisogna farle respirare, cosa che impediscono sia gli smalti trasparenti sia quelli colorati. Il consiglio dei dermatologi è di tenere lo smalto al massimo per due settimane consecutive, rimuoverlo e far passare almeno un paio di giorni prima di una nuova un’applicazione, perché l’unghia è un tessuto vivo e vascolarizzato e ha bisogno di respirare per vivere.
Lo stesso discorso vale per gli smalti semipermanenti, che sono sì applicati per durare molto tempo, ma bisogna tenere presente che a causa di resine e ftalati, che contengono, provocano un effetto occlusivo maggiore rispetto a quelli tradizionali. Tra l’altro, per rimuovere queste resine, essendo molto aderenti all’unghia, si usano solventi aggressivi che intaccano la struttura dell’unghia danneggiandola un poco.!

Tendenze smalto 2020

Meno male che c’è il Pantone Color Institute, che come sempre ci suggerisce i colori più cool per questa stagione estiva 2020. “Sulle unghie le tonalità di smalto più gettonate saranno quelle vivaci, a partire dal rosso fuoco, dall’arancione fiamma, dal fucsia e dal più tenue rosa pastello, anche se non mancheranno i colori più scuri come il blu e il marrone”, conclude Stracqualursi. Certo, la decisione finale sarà dettata dal gusto personale, ma c’è da scommettere che inizieranno sempre più a vedersi unghie con colori appariscenti, anche come risposta psicologica al periodo di quarantena vissuto.