La dieta Sirt ha fatto perdere 30 chili alla cantante Adele: dimagrimento rapido e indolore

La dieta del gene magro è stata ideata dai nutrizionisti Aidan Goggins e Glen Matten ed è basata sull’assunzione di alimenti in grado di attivare le sirtuine, “super regolatori metabolici

TiscaliNews

Non c’è niente come una separazione per dare a una donna lo stimolo a rimettersi in forma. Alla regola non è fuggita la cantante Adele, che dopo l’addio al marito Simon Konecki ha perso 30 chili grazie a un regime alimentare specifico. Si tratta della dieta Sirt, detta anche dieta del gene magro, ideata dai nutrizionisti Aidan Goggins e Glen Matten e basata sull’assunzione di alimenti in grado di attivare le sirtuine, “super regolatori metabolici”, che possono moderare l’appetito e stimolare la capacità di bruciare grassi, favorendo una perdita di peso rapida senza “fare la fame”.

Dieta e pilates per tornare in forma

Come riferisce Huffingtonpost.it, sarebbe stata l’amica Ayda Fied, moglie di Robbie Williams, a consigliare il regime alimentare alla cantante che, in più, si sarebbe iscritta a un corso di Reformer Pilates, un tipo di allenamento che tonifica i muscoli rendendo il corpo più elastico. Ma la trasformazione di Adele sarebbe dovuta soprattutto alla dieta. Le sirtuine agiscono infatti sull’intero benessere personale riparando le cellule e migliorando lo stato generale di salute. Stando ai bene informati, anche Pippa Middleton avrebbe scelto la Sirt nel 2017 per rimettersi in forma velocemente in vista del matrimonio.

Come funziona

Elemento fondamentale di questa dieta è l’inclusione e non sull’esclusione dei cibi. Sempre l’ Huffingtonpost.it cita il professore Nicola Sorrentino che ha curato la presentazione del libro Sirt. La dieta del gene magro: “I geni della magrezza, preposti alla riparazione e al ringiovanimento delle cellule, accelerano la loro attività attingendo alle riserve di grasso e aumentando la resistenza alle malattie. Lo stesso obiettivo è possibile raggiungerlo senza ridursi alla fame, ovvero mangiando gli alimenti Sirt”. In tanti saranno felici di sapere che fra i cibi che aiutano a dimagrire ci sono cioccolato, peperoncino, vino rosso e thè verde, se assunti nelle giuste dosi.

La prima fase

Secondo i due nutrizionisti ideatore della dieta, la Sirt assicura un dimagrimento immediato nella prima fase. La Fase 1 garantisce infatti la perdita di 3,2 chili in 7 giorni ed è quella che produce i maggiori risultati. C’è da dire che durante i primi tre giorni si possono assumere al massimo 1000 calorie quotidiane suddivise tra tre succhi verdi e un pasto solido, il tutto ovviamente a base di cibi Sirt. Dal quarto al settimo giorno le calorie possono aumentare a millecinquecento. Ogni giorno sono previsti due succhi verdi e due pasti solidi Sirt.

La seconda fase

La Fase 2 è quella di mantenimento e dura 14 giorni per consolidare il dimagrimento o continuare a perdere peso grazie ai cibi Sirt. Aidan Goggins e Glen Matten assicurano che i chili persi non si riprenderanno e che la dieta può essere ripetuta in base alle necessità anche per eliminare qualche chilo di troppo. In ogni caso non è adatta a periodi prolungati.

I succhi 

I succhi verdi Sirt si devono assumere in tre momenti della giornata: al risveglio, a metà mattina e a metà pomeriggio), accompagnati da un pasto solido (possibilmente a pranzo) e 20 grammi di cioccolato fondente (la sera). Ecco un esempio: centrifuga 75 grammi di cavolo riccio, 30 grammi di rucola, 5 grammi di prezzemolo; unisci 150 grammi di sedano verde con le foglie e 1/2 mela verde, grattugiata e infine completa il tutto con il succo di 1/2 limone appena spremuto.