Milleunadonna

Dalla borsa frigo alle strategie antifurto: gli accorgimenti utili per una vacanza al mare stress-free

Dalla borsa frigo alle strategie antifurto: gli accorgimenti utili per una vacanza al mare stress-free
Foto Shutterstock.com

Per molte persone è arrivato il momento di pensare alle meritate vacanze estive e chi sceglie il mare dovrà certamente assicurarsi di trascorrere questi giorni all’insegna del relax e della leggerezza. Ben venute a tutte quelle attività che possano rigenerare e dare nuova energia, regalando divertimento allo stesso tempo. Ma come fare per essere preparati ad affrontare lunghe giornate tra sole, salsedine e sabbia senza stress?

Borsa frigo

Bene, cominciamo della borsa frigo che deve essere preparata ottimizzando lo spazio al massimo. Un accorgimento smart è quello di mettere in freezer delle bottiglie di acqua che fungeranno da ghiaccio, una volta inserite nella borsa. Stessa cosa vale per i chicchi di uva che andranno messi “congelati” in una busta di plastica, per essere poi consumati una volta terminata la loro funzione refrigerante. Ed ecco che al ritorno dalla spiaggia, la nostra borsa frigo sarà parecchio alleggerita.

Ricordatevi di pulire la borsa una volta arrivati a casa: una soluzione di acqua ed aceto basta e avanza per rimuovere sabbia ed eventuali batteri che si sono formati trasportando cibo, contenitori, etc., asciugare e lasciarla aperta all’aria, fino al prossimo utilizzo.

Oggetti incustoditi

E’ arrivato l’atteso momento del bagno in mare, ma allontanarsi dall’ombrellone può creare l’ansia di lasciare incustoditi i nostri oggetti di valore: soldi, orologio, documenti e chiavi della macchina, spesso anche se ben riposti, potrebbero invitare i “topi da spiaggia” a far capolino e frugare velocemente nel nostro borsone. Allora per depistare questi predatori che ci osservano ed aspettano il momento opportuno per agire, un trucco semplice è quello di creare una specie di custodia per i nostri valori, dentro un contenitore delle patatine (quello rigido e cilindrico) e addirittura rabboccarlo con delle patatine in modo tale che se il coperchio è semitrasparente, il contenuto prezioso è ben mimetizzato. Un altro accorgimento che io ho usato per anni al mare quando avevo i bambini piccoli era quello di avvolgere portafogli, chiavi e altri oggetti di valore, in un pannolino da bebè, proprio come fosse sporco, e lasciarlo tranquillamente dentro la borsa della spiaggia…..vi posso assicurare che non c’era ladro che lo volesse toccare!!

Come non portare a casa la spiaggia

Il ritorno dalla spiaggia richiede organizzazione per faticare un po’ meno.  Ecco dei rimedi per non portarsi a casa la spiaggia: il primo è quello di cospargere i piedi dei nostri bimbi con del borotalco che farà scivolare via tutti i granelli di sabbia che si insinuano nelle parti più umide e sudate dei piedi…io uso quello al mentolo che dona anche un senso di freschezza oltre che al piacevole aroma. Il secondo è quello di trasportare giochi da spiaggia, maschere e occhiali da nuoto, dentro un sacchetto a rete che si usa per lavare i capi delicati. I fori della rete non tratterranno la sabbia appiccicata agli oggetti usati in spiaggia, e credetemi io addirittura usavo quei contenitori di rete per i panni sporchi, per trasportare palette, secchielli, giochi e palloni vari dei miei figli, e pochissima sabbia entrava in macchina e a casa!

La prossima settimana condividerò con voi delle ricette beauty & wellness fai-da-te per trattare e proteggere in modo efficace la nostra pelle e la nostra chioma.

Enjoy★