Quando il silenzio è d’oro: le frasi che non vanno mai pronunciate a letto

Quando il silenzio è d’oro: le frasi che non vanno mai pronunciate a letto

Nei momenti di intimità, durante un rapporto sessuale, può succedere di trovarsi a fare i conti con il partner che si lascia andare a frasi, all’apparenza banali, ma che hanno il potere di spegnere il coinvolgimento e la passione del momento.

È sempre importante tenere presente quanto alcune domande o affermazioni possano avere un impatto forte sull’altro e risultare inopportune.

Proviamo ad analizzare le frasi più comuni che un uomo e una donna non dovrebbero mai e poi mai lasciarsi sfuggire a letto?

"Il/la mio/mia ex faceva cosi’"

Lasciarsi andare a paragoni e confronti con gli ex non si rivela mai una scelta molto azzeccata, figuriamoci se l’argomento in questione è la sessualità!

Una frase di questo genere crea inevitabilmente disagio nel partner, che potrebbe provare una sensazione di estraneità ed esclusione, insieme a un senso di inadeguatezza e incapacità. Sarebbe molto più efficace, abbandonando vergogna e tabù, spostare il focus su ciò che si potrebbe fare insieme per rendere il momento presente perfetto, migliorando il feeling sessuale, magari sussurrando frasi del tipo: “MI PIACEREBBE FARE QUESTO INSIEME A TE!” oppure “MI PIACEREBBE FACESSI QUESTO!”

 "Hai finito?"

Dedicare momenti alla sessualità conditi dalla fretta, non è mai una buona idea. Ci si mette nella condizione di avvicinarsi al momento dedicato al piacere e alla conoscenza intima di sé e del partner con l’atteggiamento mentale di chi vorrebbe già fare altro. Concentrarsi e godere del momento presente è invece utile non solo a se stessi per vivere la sessualità come un piacere piuttosto che come un compito o un dovere da assolvere, ma è molto utile alla coppia per costruire dei momenti carichi di condivisione intima e complice, concedendosi un tempo dedicato e mai residuo.

Se proprio volete lasciarvi andare ad un breve attimo di passione, allora meglio concedersi al gioco della trasgressione di un incontro fugace con il partner, che possa regalare quel picco di adrenalinica passione.

 Allo stesso modo, interrompere un momento di trasporto e desiderio con frasi del tipo

"Aspetta, devo rispondere al telefono, è importante!” Oppure "Ritorno subito, ho dimenticato di fare una cosa!"

sottolineano quanto poco valore venga dato alla sessualità e al tempo destinato ad essa, nonché al partner stesso. Il momento di sintonia e di intimità costruito fino a quel momento perde di qualità, andando incontro ad una ovvia rottura della magia, della seduzione e della fantasia: è come essere svegliati bruscamente da un sogno piacevole…non riuscirete più a riprenderlo!  

"A cosa stai pensando?" "Dopo dobbiamo parlare!"

Provate a pensare se, mentre siete sdraiati/e su un lettino in una SPA e vi state godendo un massaggio rilassante che coinvolge tutti i vostri sensi e vi fa provare emozioni coinvolgenti, il massaggiatore cominciasse a bombardarvi con domande e vi dicesse che dopo dovrete passare in segreteria per pagare e per fissare il prossimo appuntamento. Come vi sentireste?

Difficilmente riuscireste a beneficiare pienamente di tutte le sensazioni piacevoli, visto che siete stati costretti a passare bruscamente da un piano emotivo e sensoriale a uno puramente pratico e concreto, che con il godimento del momento di piacere ha davvero poco a che fare. 

“Mi ami? dimmi che mi ami!”

Avere una buona intesa sessuale può essere il coronamento di una relazione amorosa appagante che funziona bene, ma fare sesso e amare non sono la stessa cosa! La camera da letto non è il luogo deputato per essere rassicurate/i rispetto a delle incertezze che si hanno nel rapporto con il partner. La componente emotiva è uno degli elementi che gioca un ruolo essenziale nell’intesa sessuale, purché essa non sia utilizzata come “trabocchetto” per appagare un bisogno di sicurezza che andrebbe affrontato in un’altra sede e non sotto le lenzuola. Molto meglio esprimere serenamente le proprie emozioni, lasciandosi andare a un sano “Ti amo!”, piuttosto che ottenere delle risposte solo per sentirsi tranquillizzate/i.

Questi sono solo alcuni esempi che mettono in risalto quanto il silenzio possa essere prezioso come l’oro e quanto sotto le lenzuola tale silenzio possa trasformarsi in un diamante da custodire e preservare. Piuttosto che lanciarsi in dialoghi improbabili sarebbe importante lasciarsi andare ad emozioni e sensazioni che possano creare intimità e sintonia emotiva tra i partner.