Come mandare via la cellulite

Il segreto per sconfiggere la cellulite è attivarsi. Abbiamo raccolto i migliori rimedi e le migliori strategie per far scomparire una volta per tutte questo fastidioso inestetismo.

Per sconfiggere il nemico numero uno delle donne, bisogna agire a tuttotondo, mixando i migliori massaggi, i più efficaci rimedi medici e naturali, i cibi più indicati e gli sport giusti.
La cellulite è democratica: colpisce le donne di tutte le razze. Questo odiato inestetismo è causato dal ristagno dei liquidi dovuto alla cattiva circolazione venosa e linfatica, che si manifesta con la comparsa di una sorta di piccole depressioni cutanee più o meno importanti. Secondo le stime, 9 donne su 10 - dall’età dello sviluppo fino al post menopausa - sono soggette alla cellulite, soprattutto su fianchi, cosce, glutei e addome.

Come agire

Il fil rouge delle azioni da mettere in pratica è aiutare l’organismo a drenare i liquidi in eccesso e a combattere il grasso localizzato. In pratica, sì a massaggi, creme, gel, impacchi, cibi e sport drenanti; di contro, no a uno stile di vita sedentario e un’alimentazione scorretta ed elaborata.

Massaggi

Tra i massaggi più efficaci spiccano il connettivale e l’emolinfatico, che riattivano la circolazione linfatica e sanguigna, oltre a combattere gli inestetismi della cellulite.
Il primo è un tipo di massaggio che sfruttando particolari tecniche raggiunge e stimola i tessuti più profondi, come il tessuto connettivo. Dovrebbe essere effettuato solo da massaggiatori professionisti e fisioterapisti, infatti, a differenza degli altri tipi di massaggio, quello connettivale non ricorre a creme oppure ad oli, ma solo all’abilità delle dita della mano e delle nocche. È bene ricordare che se si soffre di particolari patologie o disturbi, prima di sottoporsi a un massaggio connettivale, va chiesto un consulto medico.
Il massaggio emolinfatico, invece, si esegue con manipolazioni delicate verso le stazioni linfatiche, stimolando sia lo smaltimento dei liquidi di ristagno sia la circolazione venosa.

Trattamenti

Per tonificare e drenare il corpo è bene agire su più fronti sfruttando anche i benefici dei trattamenti. Come terapie non invasive sono consigliate criolipolisi, radiofrequenza, ultrasuoni, onde d’urto e laserterapia, che riducono l’adipe e migliorano la texture della cute.
Un altro approccio per combattere la cellulite prevede il ricorso a iniezioni cutanee superficiali, come la carbossiterapia, l’ozonoterapia e la mesoterapia.
Le prime due portano a una maggior ossigenazione dei tessuti, di conseguenza si riduce il tessuto adiposo, migliora l’aspetto della cute e migliora parzialmente anche la cellulite. La mesoterapia, invece, prevede l’iniezione di un pool di farmaci - come troxerutina, ialuronidasi, carnitina, caffeina - che agiscono su tutte le componenti che portano alla cellulite.

Cosmetici anticellulite

Nei ritrovati cosmetici anticellulite vengono utilizzati per lo più estratti di origine vegetale che migliorano la circolazione e aiutano a eliminare i liquidi ristagnanti nei tessuti. Creme, oli e gel vanno usati quotidianamente una o due volte al giorno, massaggiando a lungo le zone interessante.

Tra i più efficaci i principi attivi contenuti nell’ippocastano e nell’edera, che hanno un’azione antigonfiore e contrastano la fragilità capillare; nel rusco, che stimola il ritorno venoso; nella centella asiatica, che irrobustisce le pareti dei vasi sanguigni e previene la formazione di edema sottocutaneo; nel ginkgo biloba, generoso in bioflavonoidi, benefici sul sistema circolatorio; nella vite rossa ricca in antocianosidi, utili nel trattamento dell'insufficienza venosa; nella betulla, con azione detox sui tessuti; nel pompelmo, che stimola il sistema linfatico.

Fanghi

Da non dimenticare i vecchi e cari fanghi. Si tratta di mix melmosi ottenuti incorporando acqua termale in una componente argillosa arricchita di essenze, oligoelementi, alghe o plancton. Il fango anticellulite cede alla pelle i principi funzionali che contiene, assorbe le tossine in eccesso e incentiva la microcircolazione, migliorando l'aspetto della pelle colpita da cellulite.

Alimenti da eliminare

Vanno banditi tutti gli alimenti che favoriscono lo stato infiammatorio del tessuto adiposo, cioè la ritenzione idrica e il gonfiore. In primis c’è il sale, da usare con molta parsimonia, a favore di erbe, aromi freschi e spezie per insaporire i piatti. Di conseguenza, non dovrebbero comparire sulla tavola nemmeno i cibi conservati, in scatola, sottosale o in salamoia, i cibi affumicati, gli insaccati e affettati, i formaggi stagionati e gli snack salati. Ma non finisce qui. No a grassi saturi e zuccheri, quindi meglio condire con olio extravergine di oliva, al posto di burro, lardo, pancetta, strutto e panna. Per gli zuccheri, vanno controllati i consumi di frutta, succhi e spremute e le bibite zuccherate.

 

Sport da praticare

Non si può combattere la cellulite sedute sul divano. L’attività fisica costante è fondamentale per vincere questo inestetismo cutaneo. Quale sport scegliere?
Il nordic walking, cioè la camminata a passo sostenuto con degli appositi bastoncini, è tra i migliori sport anticellulite purché venga praticato un’ora al giorno o giorni alterni. Camminare agisce sul microcircolo, prevenendo il ristagno di liquidi, smuovendo il grasso sottocutaneo e bruciando calorie.
Gli amanti dell’acqua sono avvantaggiati: nuoto, hydrobike, acqua gym sono ottimali perché il movimento in acqua effettua un massaggio sui punti critici che permette la riattivazione della circolazione linfatica e sanguigna.
Anche le due ruote danno buoni risultati. Cyclette e bicicletta con percorsi in salitatonificano glutei e cosce, oltre a scaricare lo stress.