Olio di Cannabis sativa un alleato per contrastare il dolore cronico, l’ansia, la depressione e molte altre problematiche

Noto come CBD è sempre più richiesto e agisce contro stati di ansia, insonnia, toni bassi dell’umore e dolore cronico, senza dare effetti collaterali

Olio di Cannabis sativa un alleato per contrastare il dolore cronico, l’ansia, la depressione e molte altre problematiche
Foto Shutterstock.com

Se c’è un alleato contro il malessere e i dolori vari è l’olio di canapa, conosciuto come CBD, estratto dalle piante di Cannabis sativa è sempre più richiesto anche nel nostro Paese. Agisce contro stati di ansia, insonnia, toni bassi dell’umore e dolore cronico, senza dare effetti collaterali. È del tutto legale perché privo di THC, il principio attivo della marijuana. Questo olio aiuta a mantenere il benessere dell’organismo ed è naturalmente ricco di nutrienti, tra cui acidi grassi essenziali omega 3, 6 e 9, vitamina E, e sali minerali, inclusi zinco e selenio. A ciò si aggiunge l’alta percentuale di cannabinoidi, che lo rende adatto all’uso terapeutico per problemi di salute.

Come scegliere l’olio migliore

L'olio di CBD naturale è ricavato dalla spremitura o dall’estrazione dai semi della Cannabis sativa. È importante scegliere un prodotto derivante da piante coltivate naturalmente, sicuro e puro, senza aggiunte di additivi, prodotti chimici sintetici o altre impurità. L’olio di qualità migliore è quello spremuto a freddo e non raffinato, siccome è facilmente deperibile per mantenerne intatte le proprietà nutritive è bene riporlo in luogo fresco e al riparo da fonti di luce, mentre una volta aperto va conservato in frigorifero. Un altro aspetto da considerare è la concentrazione del principio attivo, ossia il cannabidiolo, da cui derivano tutti i suoi benefici, quindi più è alta la concentrazione (che va da un minimo del 5% a un massimo del 40%) e più è efficace.

Come usarlo

In commercio si trova sotto forma di varie tipologie di prodotto. Come olio da assumere per via sublinguale sprigiona gli effetti più rapidi: basta mettere qualche goccia sotto la lingua per avere i benefici desiderati.  È disponibile anche in capsule da prendere con una bevanda o insieme ai cibi, ma in questo caso l’assorbimento da parte dell’organismo avviene meno velocemente.
Infine, è commercializzato in forma di creme, pomate e unguenti per usi topici, ad esempio da sfruttare come antidolorifico per problemi muscolari o articolari. Non ci sono orari della giornata da tenere in conto per usarlo, proprio perché non ha effetti psicotropi. 

Benefici e controindicazioni

L’olio di canapa è una delle poche fonti alimentari di acido alfa linolenico, un acido grasso essenziale della famiglia omega 3 molto importante, quindi è efficace contro le coronaropatie, nell’abbassare la pressione, nel combattere l’eccesso di grassi nel sangue e nel diminuire il rischio di problematiche cardiache.
Inoltre, l'olio di semi di canapa ha una caratteristica quasi unica nel suo genere, ossia l’equilibrio tra la quantità di omega 6 e di omega 3 che fa sì che questo olio sia particolarmente indicato per il benessere di tutto l’organismo. Un eccessivo apporto di acidi grassi omega 6, se non bilanciato da una adeguata assunzione di omega 3, sembrerebbe favorire lo sviluppo di diversi disturbi infiammatori.
A livello antinfiammatorio questo olio è indicato per il trattamento del dolore cronico agendo sui neurotrasmettitori responsabili della nostra percezione di felicità e del dolore. Aumentando i livelli di cannabinoidi del corpo, l’olio di CBD allevia la sensazione di dolore. Come miorilassante agisce sia sull’apparato muscolare sia sulla psiche, con conseguente rilassamento muscolare, abbattimento dello stress, contenimento dell’aggressività e riduzione e dei sintomi dell’ansia. Le sue proprietà rilassanti contribuiscono anche a contrastare le difficoltà di addormentamento e a regolare il corretto avanzamento delle diverse fasi del sonno, rendendolo più profondo e favorendo un riposo rigenerante.